Arte e cultura di massa nella società contemporanea

Cosa si intende per arte e cultura? In questa definizione possono essere compresi diversi concetti, specialmente se ci riferiamo a tutte quelle espressioni culturali che rientrano nel concetto di espressione artistica. Fin dalle sue origini storiche, l’arte si è caratterizzata come un modo utilizzato dall’uomo per materializzare alcune idee fondamentali. L’estro, l’ingegno e la creatività sono stati visti sempre come pregi che hanno permesso all’uomo di agire a livello simbolico, rendendo in maniera astratta la realtà che lo circonda per mezzo di arte e cultura. È una capacità intrinseca dell’essere umano quella di esprimere attraverso un linguaggio fatto di segni le proprie idee.

 Arte e cultura moderna

Il valore della storia dell'arte

La storia dell’arte non consiste soltanto in un elenco di fatti che interessano l’espressione artistica dell’uomo nel corso del tempo. Come ogni disciplina umanistica e storica, il suo valore va ben al di là, perché ci può fare riflettere sull’evoluzione nel tempo del linguaggio espressivo dell’uomo anche in riferimento a contesti sociali differenti. La sua importanza è rappresentata dal fatto che può indurre una riflessione importante dell’uomo moderno su concetti fondamentali, che, attraverso un’analisi precisa, mettono in rilievo l’opportunità di riflettere sul presente, per capire le origini del modo di fare cultura.

Particolarmente interessanti sono i campi dello studio che prende in considerazione la storia dell’arte, spaziando dalla pittura all’architettura e alla scultura. Nell’arte contemporanea assumono molta rilevanza i cambiamenti economici, politici e socio-culturali che sono stati realizzati a livello globale. Tipica è la velocità nello scambio di idee e di informazioni della cultura di massa, che ha influenzato anche il mondo dell’arte. Quest’ultima si presta ad esprimere in modo peculiare la multidisciplinarità del mondo contemporaneo, che rende la società di oggi ricca di sfaccettature.

La cultura di massa nella società della comunicazione

Il termine cultura di massa è stato preso nell’italiano dal mondo anglosassone. La corrispondenza con l’inglese è popular culture. Tuttavia bisogna tenere presente che non è avvenuta una traduzione letterale. Infatti per cultura di massa non si intende nel nostro Paese una cultura popolare, vista nel senso di folklore. Più che altro è un tipo di cultura caratteristico delle società che sono entrate a far parte della fase del consumo di massa. Questa si contraddistingue per l’azione di influenza che in essa hanno i mass media.

Arte e cultura popolare

La cultura di massa può essere vista come il risultato della produzione industriale su larga scala. È un tipo di cultura che influenza anche l’economia di una determinata società. Infatti si diffonde attraverso le leggi del libero mercato. Le idee e i concetti più importanti vengono diffusi attraverso i giornali, il cinema e soprattutto per mezzo della televisione.

Nella cultura di massa esiste un legame molto stretto tra influenze provenienti dalla televisione e consumi. La maggior parte della popolazione dirige le proprie spese proprio secondo quelle regole implicitamente dettate dai mass media. Ecco quindi che i mezzi di comunicazione di massa riescono ad esercitare un controllo molto stretto sulla società stessa. Il massimo sviluppo è stato raggiunto dall’industria televisiva in termini di profitti, perché i mass media riescono a vendere un prodotto confezionato appositamente per la massa.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo