Ascoltare musica gratuitamente sul web

Quanti cambiamenti con l’avvento del web. Basti pensare a quando si ascolta la musica. Oggi ascoltare musica non significa più mettere il proprio vinile preferito sul giradischi o far partire il lettore cd per spararci l’album dell’artista che desideriamo sentire, bensì si ascolta musica avviando un’app od un video da Youtube.

ascoltare musica gratuitamente

L’audio è sempre più digitalizzato e tramandato tramite mezzi tencologici come computer, smartphone o casse bluetooth. Inoltre, ascoltare musica gratuitamente sul web è sempre più facile, visto il libero accesso a qualunque album in circolazione. 

Quindi è più difficile trovare musica con un tipo di audio "non-digitalizzato"? In un certo senso, si. Soprattutto su YouTube, le canzoni sono spesso di bassa qualità (ma comunque ascoltabili), ad ogni modo la qualità di Spotify è più alta. Il tutto passa comunque da un filtro digitale e, se si desidera la sensazione di "calore" che da un vinile, forse si ha bisogno di un giradischi e di un bel paio di casse analogiche.

Musica e web: ascoltare brani gratuitamente

Con lo streaming in circolazione è molto difficile non riuscire a rintracciare l’artista che si desidera. Basti pensare a Shazam, l’app che permette di riconoscere la canzone in questione. Quante volte si ascolta una canzone e ci viene da pensare “di chi è questo brano”? Ecco, Shazam ha risolto tutto in questo senso.

E anche Spotify ha risolto un’altra questione, ovvero ascoltare musica gratuitamente sul web. Con Spotify si è riusciti a contrastare un fenomeno di massa chiamato Download che ha permesso, inizialmente con Napster (qualcuno si ricorderà qualcosa sicuramente), di raggiungere brani tutelati da copyright e quant’altro in modo totalmente gratuito.

Spotify è riuscito a tutelare gli artisti, offrendo una piattaforma dove qualunque artista può inserire la propria musica e venir remunerato in base agli ascolti. C’è da dire che le entrate non sono le solite di qualche decennio fa: mentre in precedenza una band che “sfondava” poteva raggiungere dischi d’oro o di platino, vendendo milioni di copie in tutto il mondo, oggi è molto difficile raggiungere gli stessi risultati con Spotify, considerando che i guadagni sono almeno un decimo di meno rispetto agli anni precedenti.

L’altra piattaforma pluriutilizzata per la musica è YouTube. Possiamo tranquillamente dire che vinili e CD sono oramai un pezzo di culto e la musica viene ascoltata perlopiù su Spotify e YouTube che, grazie ad un loro account premium, si raggiunge tutta la musica che si vuole senza nessuna pubblicità. Come tutti sanno, la pubblicità permane se non ci si sottoscrive ad un account premium, ma la musica si può comunque ascoltare senza particolari problemi.

Ma questo è un vantaggio? Oppure è un colpo basso per gli artisti? Sono cambiate moltissime cose e, sicuramente, i musicisti non hanno le stesse entrate di qualche decennio fa. Tuttavia, grazie allo streaming e alla musica gratis ci sono più ascoltatori e, allo stesso tempo, più artisti desiderosi di far conoscere la propria musica, diffondendola sul web grazie a Spotify, Youtube e altre piattaforme come Bandcamp, Deezer o Google Play.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo