Cinema: tecniche cinematografiche e produttori emergenti

Dietro ai migliori capolavori cinematografici sta senz’altro un’idea geniale, ma soprattutto un duro lavoro sotto molti punti di vista. Non solo per quanto riguarda la sceneggiatura, la fotografia, il montaggio o gli arrangiamenti della colonna sonora, ma anche per quanto riguarda la scelta delle giuste condizioni atmosferiche, il giusto cast di attori o l’uso di specifici movimenti cinematografici.

Il lavoro nel cinema

Insomma, il cinema richiede un notevole impegno sotto ogni fronte, diversamente da come ci si può aspettare. Lunghe giornate di ripresa dedicate anche solo a una scena, numerosi copioni creati ma poi buttati via e innumerevoli ore di post editing: questo è il lavoro da svolgere se si realizza prodotti cinematografici di qualità. Ogni regista ha senz’altro il suo metodo. Ci sono registi che hanno bisogno di molti mesi di tempo per realizzare la propria pellicola e ce ne sono altri che si basano sul “buona la prima”. Ad ogni modo, se il contenuto è di qualità, non conta tanto quanto tempo il regista impiega per realizzare il film ma la realizzazione finale.

Tecniche e scuole di cinema

Anche semplicemente parlando di cortometraggi, le realizzazioni richiedono tempo e dedizione e spesso le spese d’affrontare sono notevoli. Soprattutto se si desidera comporre un pezzo professionale le attrezzature di qualità sono indispensabili, ma tuttavia non strettamente necessarie. Ad esempio, “Le Iene”, uno dei primi film di Quentin Tarantino, fu realizzato con un budget molto basso, ma la qualità generale era grandiosa e fu proprio grazie a questo film che il regista americano ebbe (e tuttora ha) un grandissimo successo.

Per capire come realizzare al meglio una produzione cinematografica, esistono numerose tecniche cinematografiche e scuole di cinema che illustrano tutti i metodi e procedimenti per lavorare al meglio. Potrà sembrare banale a volte, anche perché non tutti gli attori hollywoodiani hanno frequentato scuole di cinema, ma sicuramente avere una cultura e ricevere nozioni adeguate sul cinema può senz’altro aiutare. Basti pensare che, in gran parte dei casi, ai provini per attori si richiede di aver studiato ad accademie o scuole di recitazione.

Produttori emergenti

Per quanto riguarda i produttori emergenti, le cose sono cambiate molto. Oggi, con Youtube si sono sviluppati numerosissimi produttori indipendenti dotati di passione e competenza. Ad esempio, un produttore come Claudio di Biagio è stato molto abile ad affermarsi sul tubo e a crearsi una fan base che lo seguisse. È quindi possibile crearsi un proprio background cinematografico, sia di cultura che di curriculum. Grazie ad Internet è possibile crearsi reti indipendenti e capire come autogestire le proprie composizioni.

Tuttavia, i realizzatori di film indipendenti possono, se non accuratamente preparati, essere soggetti alla dura critica cinematografica. La critica cinematografica, se competente, può fare recensioni a volte molto dure e di conseguenza dar una cattiva luce sul regista indipendente in procinto di emergere. Per questo è importante, per chi realizza film autonomamente, rispettare le regole cinematografiche o per lo meno non fuorviare da ciò che sono state le tecniche cinematografiche fino ad oggi, onde evitare di realizzare contenuti privi di senso.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo