Come arredare un bilocale e una casa al mare

Sono molte le soluzioni disponibili a chi ha l’esigenza di un arredamento da comporre sulla base delle proprie necessità. Negli ultimi anni soprattutto le attività commerciali dedicate a questo settore si sono sviluppate in maniera molto evidente. Ma non si tratta soltanto di arredare la casa, perché assumono sempre più rilevanza anche gli spazi esterni intorno all’abitazione, come il giardino, che diventano spesso altri spazi abitabili, da fruire sia di giorno che di sera. Anche in condizioni non ottimali, con pochi metri quadrati a disposizione, possiamo fare la scelta giusta, facendoci consigliare dagli esperti del design e dell’arredamento.

Negozi di arredamento

Come arredare un bilocale

Se l’abitazione ha dimensioni contenute ed è formata al massimo da due stanze, possiamo rivolgerci alla progettazione di uno spazio, basandoci su due possibilità. Possiamo consentire la massima apertura dei locali, puntando sul fatto che ogni locale può avere funzioni differenti e intercambiabili. In alternativa possiamo mantenere gli ambienti distinti, ricorrendo a delle soluzioni molto strategiche. Per esempio, c’è chi preferisce una zona soggiorno e una zona notte che occupano stanze indipendenti.

In questo caso servirà ottimizzare gli interni, riducendo al massimo tutto ciò che può ingombrare. Meglio utilizzare delle porte scorrevoli, a scomparsa, anche per alleggerire l’impatto visivo. I colori dominanti dovrebbero essere soprattutto quelli chiari, che consentono una maggiore luminosità e contribuiscono a creare un effetto ottico di maggiore spazio. Sistemiamo la zona pranzo in un angolo del soggiorno e utilizziamo un tavolo allungabile, illuminando l’angolo con una lampada da terra, per dare un tocco più caratteristico all’ambiente.

Come arredare una casa al mare

Per la casa al mare scegliamo colori soft, che possano offrire anche dal punto di vista visivo il massimo del comfort. Per la casa al mare c’è chi preferisce soluzioni progettuali improntate allo stile moderno. C’è anche chi ama avere a disposizione due zone notte separate, per offrire ospitalità ad altre persone durante le vacanze. Posizioniamo la zona giorno al centro della casa, in modo che sia accessibile direttamente dall’ingresso.

Come arredare una casa al mare

Scegliamo per il pavimento delle lastre in cemento che possano essere intonate con la colorazione delle altre finiture della stanza. Per l’impianto di illuminazione scegliamo i led, da posizionare nella fascia alta della struttura, in modo che la luce possa essere più diffusa possibile.

Tra il soggiorno e la cucina possiamo posizionare un pratico ripostiglio, in una nicchia da attrezzare con ripiani per riporre gli oggetti. È una soluzione salvaspazio molto innovativa. Nella zona notte privilegiamo tutti quegli elementi che possano rendere un’atmosfera tipicamente estiva. I tessuti da usare sarebbero soprattutto il bianco, il grigio e il nero, con delle decorazioni a contrasto.

All’interno delle camere si possono posizionare delle cabine armadio, che permettono di ottenere una superficie omogenea e contribuiscono a rendere un effetto di continuità tra pareti e porte. Nella casa al mare sarebbe opportuno posizionare due ambienti di servizio, ciascuno collegato ad una delle due camere. Nei bagni installiamo box doccia in muratura e soffioni di grandi dimensioni, che diano un getto con effetto a cascata. Sarebbe preferibile un progetto che miri a sfruttare tutta la superficie del piano terra dell’edificio, magari da rialzare leggermente rispetto al livello della strada.

 

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo