Come le tecnologie hanno cambiato la nostra vita

Per mezzo del progresso della commercializzazione della tecnologia, l’uomo ha potuto migliorare le proprie condizioni di vita. Lo vediamo benissimo considerando come negli ultimi 20 anni la nostra società stia attraversando cambiamenti importanti. Si afferma sempre di più una società post-moderna caratterizzata dall’espandersi dell’elettronica e delle tecnologie informatiche. Sia l’informatica che l’elettronica sono entrate a far parte della nostra vita quotidiana. Molte azioni che compiamo ogni giorno, prima dell’avvento delle tecnologie, erano molto differenti. Forse nemmeno ce ne accorgiamo, ma i moderni ritrovati tecnologici incidono sulla nostra vita più di quanto pensiamo.

negozi d'informatica ed elettronica

Come studiare informatica

Per studiare informatica ci sono differenti possibilità. Esistono per esempio dei corsi anche gratuiti che è possibile trovare online. Si dovrebbe conoscere almeno la lingua inglese, per seguire i vari corsi su internet che permettono di acquisire le competenze necessarie a diventare dei veri esperti. Proprio sul web si ha la possibilità di approfondire alcuni temi che più interessano. La sicurezza, i sistemi operativi, le architetture hardware, le reti informatiche, i protocolli di rete, i database: sono tutti argomenti particolarmente coinvolgenti che potremmo decidere di studiare anche in maniera autonoma informandoci attraverso libri e siti internet.

Un altro modo utile per avvicinarsi al mondo dell’informatica è quello di cominciare ad usare la programmazione. Esistono linguaggi funzionali che possono essere usati anche dai principianti, perché le loro caratteristiche sono intuitive. Naturalmente man mano che si progredisce nell’apprendimento si può passare anche a qualcosa di più complesso.

Se decidiamo di fare dell’informatica un vero e proprio lavoro, è fondamentale studiare all’università. Esistono molti corsi di laurea in informatica, che permettono di accedere a differenti specializzazioni in questo campo. Durante il periodo degli studi universitari si possono seguire anche degli stage collegati al mondo dell’ingegneria, della matematica e della tecnologia in generale. È un buon modo per imparare, per fare un’esperienza diretta nel settore e per intrattenere contatti che potrebbero rivelarsi importanti anche al termine degli studi.

Gli ambiti dell'elettronica

Possiamo dividere l’elettronica in due importanti settori, quello analogico e quello digitale. Il primo campo si occupa di studiare i segnali analogici, quelli che variano nel tempo in modo continuo. Si tratta di considerare l’amplificazione, la modulazione, la miscelazione e il filtraggio. Basti pensare alle voci, ai suoni, alle intensità luminose. L’elettronica digitale, invece, si occupa dei segnali elettrici che assumono soltanto alcuni valori di tensione in base al sistema binario.

Sono molte le applicazioni dell’elettronica nei differenti campi dell’epoca contemporanea:

  • telecomunicazioni
  • informatica
  • macchine industriali
  • ascensori
  • energia elettrica
  • azionamenti di motori
  • veicoli stradali e ferroviari

Da non dimenticare poi il campo della microelettronica. Le prime realizzazioni dell’elettronica sono rappresentate dai circuiti radio per trasmettere. In questo senso due studiosi pionieri del settore si possono considerare Guglielmo Marconi e Nikola Tesla.

Esempi di valvole termoioniche

Ma la vera rivoluzione in questo campo avvenne grazie all’ingegnere britannico Fleming, che inventò nel 1904 il primo dispositivo elettronico a due terminali, la prima valvola termoionica. Da qui in poi seguì una storia ricca di scoperte sempre più interessanti, in grado di migliorare di molto il nostro vivere di ogni giorno, compresa l’invenzione degli elettrodomestici più moderni.

 

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo