Come scegliere i pavimenti in legno.

Ci sono poche cose che danno valore ad una casa come dei buoni pavimenti in legno. La presenza di pavimenti in legno non a caso è una discriminante nella scelta di una casa sia essa in vendita che in affitto. I pavimenti in legno oltre a dare valore a una casa, ne aumentano la bellezza e l'isolamento termico e sono una scelta quasi obbligata in determinati ambienti, come la camera da letto.

Come scegliere un pavimento in legno

Insieme ad alcuni rivenditori di pavimenti in legno a Udine cercheremo di prendere in considerazione i numerosi elementi da valutare nella scelta di un pavimento in legno.

Il primo step da compiere è capire su che tipologia di parquet e quale essenza legnosa orientarci.

Quale tipo di parquet?

La prima tipologia di pavimento che illustreremo è il legno massello. E' il tipo di parquet più pregiato e nobile e viene ottenuto da un unico blocco di legno con un altezza che può raggiungere i 22 mm ed una lunghezza del tavolato che varia tra i 220 mm ed i 2000 mm. Il parquet in legno massello può essere realizzato in abete, pioppo, betulla, frassino o pino. Questo tipo di parquet è il più delicato, costoso e necessitante di cure particolari.

Al legno massello si contrappone il legno prefinito. Esso possiede un solo livello superficiale di legno nobile, con un altezza che può variare dai 3 ai 4 millimetri che viene posato su uno strato di legno povero o multistrato. E' la qualità e lo spessore di quest'ultimo a determinare la qualità complessiva, la stabilità ed il prezzo del parquet prefinito. Il parquet prefinito ha un tavolato con altezza che va dai 7 ai 15 mm, larghezza tra i 18 ed i 20 cm ed una lunghezza tra i 180 ed i 220 cm.

L'ultima possibilità il laminato. Non si tratta di un vero e proprio parquet in quanto si tratta di un pannello di legno sottile su cui è stato applicato un foglio decorativo ad alta definizione che simula qualsiasi tipologia di legno: praticamente una stampa su plastica. Come potete capire è l'opzione più economica.

Un aspetto importante da prendere in considerazione è il punto o l'ambiente in cui andremo a posare un determinato pavimento in legno. Non tutte le stanze sono uguali, hanno esigenze ed utilizzi differenti ed il parquet ne deve tenere conto.  Un parquet posato in un ambiente di servizio o con forte calpestio, come per esempio un corridoio o una cucina, dovrà saper resistere a forti sollecitazioni senza rovinarsi o perdere la sua bellezza. Il parquet può essere anche posato in bagno, anche se fino a qualche tempo fa ciò sembrava una scelta molto azzardata. Se volete il parquet in bagno, il consiglio è quello di scegliere un'essenza legnosa capace di resistere all'umidità e che non si deformi qualora entri in contatto con l'acqua.

Per quanto riguarda l'abbinamento tra pavimenti in legno e pareti/resto dell'arredamento, le strade da seguire sono fondamentalmente 2: la somiglianza o il contrasto. Possiamo scegliere un parquet dai toni in equilibrio con il resto delle pareti oppure all'opposto potremmo scegliere un pavimento nettamente a contrasto. Oppure, ancora, potremmo scegliere un parquet dal gusto antico da appaiare “a contrasto” un mobilio dal gusto moderno o contemporaneo.

Per mantenere il parquet sempre bello nel tempo ci sono pochi semplici consigli da ricordare.

E' sempre buona regola nelle case con il parquet in legno massiccio togliersi le scarpe, poiché nella suola potrebbero esserci sassolini o ghiaia che potrebbero danneggiare il pavimento. Stesso dicasi per aspirapolvere e porte: verificate che nella loro parte inferiore non siano incastrati sassolini ed impurità capaci di graffiare la superficie del legno. Il parquet va pulito sempre con i detergenti per legno e “coccolato” di tanto in tanto con apposito olio trattante. Fate anche attenzione all'esposizione solare: un pavimento sempre esposto alla luce diretta di una finestra potrebbe scolorirsi: valutate la possibilità di schermare la finestra con una tenda adeguata. Se poi non avete un parquet pensato per resistere all'acqua, ogni macchia d'acqua presente su un pavimento in legno dovrebbe essere asciugata prontamente con un panno asciutto.

Se infine, il parquet risulta obiettivamente molto datato e vissuto, è sempre possibile ingaggiare dei professionisti preparati per la levigatura e la lucidatura dei parquet pregiati.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo