Cosa vedere a Barcellona in 4 giorni

Barcellona è una città estremamente vivace, colorata e ricca di attrazioni storiche e artistiche. Se avete solo quattro giorni a disposizione non perdetevi d'animo: certo le cose da vedere sono tante, ma vi forniremo un itinerario grazie al quale potrete visitare il capoluogo della Catalogna, senza perdere nessuna delle attrazioni principali. Per informazioni più dettagliate, video e foto di chi a Barcellona ci vive.

Visitare Barcellona senza perdere nulla

Primo giorno

Il vostro tour di Barcellona inizia dalla via principale e senza dubbio più famosa: la Rambla. Partite da plaça Catalunya, e proseguite immergendovi nella movida locale: ma attenzione ai borseggiatori, che in questa zona sono parecchi. Giunti a metà della Rambla, imboccate Carer Pretitxol e proseguite fino alla Plaça del Pi, dove sorge la basilica omonima. La Basilica di Santa Maria del Pi è famosa per il grande rosone che la domina.

Sempre in zona non perdete il quartiere gotico, Barri Gotic, con le sue architetture davvero uniche. Concedetevi un giro anche alla Boqueria, il mercato di Barcellona, nel quale troverete moltissimi prodotti tipici.

Continuate la vostra passeggiata lungo la Rambla, fino alla statua di Cristoforo Colombo: da qui potrete godervi lo spettacolo di un panorama mozzafiato su tutta la città. Fermatevi a riposare o a mangiare qualcosa di tipico a Parc de la ciutadella, uno dei parchi più grandi e frequentati, che al suo interno ospita anche lo zoo e il Parlamento della Catalogna. Infine una rapida occhiata alla cattedrale di Barcellona (ed alle oche presenti nel chiostro) e al cortile della Casa de l'Ardiaca: l'ingresso è gratuito e se salite fino al primo piano godrete di un belvedere della città.

Secondo giorno

Il secondo giorno è dedicato alla visita di alcune delle architetture più famose di Barcellona. Prima tra tutte la Sagrada Familia: si tratta di una cattedrale gotica progettata dal famoso architetto Antoni Gaudì, e mai terminata. Per evitare lunghe code all'ingresso, potete acquistare il biglietto online ed accedere alla chiesa in poco tempo.

Il secondo edificio imperdibile è Casa Batllò, sempre di Gaudì: un vero e proprio capolavoro di art noveau che vi lascerà senza parole. Vicino a Casa Batllò si trova anche Casa Milà, anche lei imperdibile. Anche Casa Vicens è interessante: un edificio residenziale tutto colorato, sempre opera di Gaudì che ha aperto le sue porte al pubblico solo da pochi anni. Infine il vostro secondo giorno a Barcellona termina con una sosta a Parc Guell, un parco davvero unico e magico, immerso nel verde e con straordinarie strutture architettoniche ricche di mosaici. Tutto da scoprire!

Terzo giorno

Prendete la funivia e salite fino a Montjuic: oppure se preferite potete anche raggiungere la cima con la teleferica del porto, partendo dalla Platja de San Sebastià. Qui potrete passeggiare liberamente godendo di una vista spettacolare sulla città, lontani dal caos. Tra le attrazioni da non perdere: i giardini di Miramar, il Camì del Mar un itinerario lungo la costa, e senza dubbio il castello di Montjuic.

Senza dimenticare una visita anche breve ai Giardini di Laribal, costellati di sculture sparse tra la vegetazione mediterranea. All'interno c'è anche una riproduzioen di un vero teatro greco. Una vera chicca! Al tramonto non perdetevi il meraviglioso spettacolo della fontana Magica di Montjuic: l'acqua sgorga a ritmo di musica, in un tripudio di luci colorate. Informatevi sugli orari degli spettacoli per non perderli! Un belvedere davvero speciale? Il Mirador de Migdia. All'interno del Montjuic anche il giardino Botanico: l'ingresso è a pagamento e contiene piante, fiori ed arbusti provenienti da tutto il mondo.

La spiaggia di Barcellona

Quarto giorno

Il vostro ultimo giorno a Barcellona trascorretelo in completo relax, visitando le spiagge: tra le più famose ricordiamo Bogatell, Mar Bella e Nova Icaria. Potete pranzare guardando il mare, o anche solo fermarvi per un aperitivo in uno dei tanti chioschi che sorgono lungo la spiaggia, i chiringuitos.

Lungo la vostra passeggiata marittima fate una sosta al porto vecchio, il Port Vell, dove potete ammirare le vecchie imbarcazioni ormeggiate. Nel pomeriggio una visita al Museo Picasso è d'obbligo. Avete ancora un paio di orette da dedicare alla visita della città? Se siete amanti del calcio, una tappa allo stadio Camp Nou è consigliata. Si tratta dello stadio dove gioca il Barcelona FC ed è il più capiente d'Europa.

Barcellona vi resterà sicuramente impressa, il suo ricordo rimane nel cuore. Se volete saperne di più  non perdetevi questo interessante articolo .

 

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo