Hobby e lavoro: come gestire il proprio tempo

Avere un hobby può essere un’ottima idea per riposarsi dalla quotidianità e dai ritmi lavorativi incessanti. Soprattutto se si ha un lavoro intenso e spesso stressante, suonare uno strumento, leggere, dipingere o anche semplicemente cucinare possono rilassare e garantire migliori performance in gran parte delle attività d’ogni giorno.

Hobby e lavoro in parallelo

Studi hanno comprovato che avere un’attività extra-lavorativa (possibilmente creativa) può aiutare a svolgere il proprio lavoro con meno stress e vivere meglio in linea generale. Non solo su un piano salutare, ma anche per quanto riguarda aspetti legati al “problem solving” e all’organizzazione della propria giornata.

Conciliare gli hobby con il proprio lavoro

Sempre più oggigiorno esistono lavori che non hanno orari specifici e di conseguenza richiedono un’attività mentale costante. Posizioni da freelancer che non implicano orari ben precisi dove il lavoratore è sempre cerebralmente attivo, risulterebbero più stressanti e affaticanti. Per questo motivo, un hobby potrebbe essere ciò che distoglie l’attenzione dal lavoro e permetterebbe anche di organizzare meglio i propri orari.

Sembrerebbe quindi che coloro che possiedono tempo libero ed hanno orari fissi, riescono più facilmente a “staccare il cervello” appena finito l’orario di lavoro. Questo stile di vita sembrerebbe permettere a tali persone di essere più motivate ad intraprendere un hobby ma, tuttavia, non è sempre il caso.

Infatti, nei casi dei freelancer, un hobby potrebbe aumentare la produttività e di conseguenza il loro lavoro. Se essi riescono a scindere i momenti in cui si necessita di lavorare ed i momenti da dedicare agli hobby, potrebbero garantire performance lavorative notevoli.

Dopo un esperimento condotto da Kevin Eschleman, professore di psicologia della San Francisco State University, si è arrivati a dedurre che coloro che dedicano tempo ad una attività extra lavorativa hanno performance migliori in ambito professionale, risultando più rilassati e maggiormente competenti nello svolgere le mansioni.

Dopo tale esperimento alcune aziende hanno dedicato i propri investimenti ad attività extra-lavorative per i dipendenti. Questo risulta un fatto rivoluzionario e senz’altro un notevole passo avanti per quanto riguarda la mentalità lavorativa odierna.

Hobby: una via di fuga dallo stress

Visti i risultati degli esperimenti, sembrerebbe quindi che gli hobby sono un “medicinale” antistress efficace. Conciliare tutto il tempo al proprio lavoro risulterebbe quindi deleterio, dato che le performance saranno di conseguenza peggiori.

Se un lavoratore dedica gran parte del suo tempo al lavoro non significa automaticamente che la quantità di lavoro svolto porti i risultati desiderati. Considerando questo punto di vista, la qualità del tempo necessita quindi una leggera priorità rispetto alla quantità.

La nostra mente ha bisogno di riposare e distogliere la concentrazione da ciò che è abituata a fare mentre si lavora. È come se durante gli hobby la mente si stesse riposando e riprendendo le proprie energie. Qualunque tipo di hobby che possa essere giardinaggio, fare shopping, correre, disegnare o qualunque altra attività extra lavorativa possibilmente creativa, è senz’altro un sollievo per la salute.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo