I grandi architetti Italiani

Non è sempre facile definire un architetto italiano, soprattutto considerando la varietà di stili ed influenze che questi hanno assimilato durante gli anni. È opportuno precisare che analizzare la tecnica di un architetto è pur sempre un buon metodo, ma non è il solo ed unico criterio da prendere in considerazione.

I grandi architetti Italiani

Ogni architetto italiano che si rispetti ha difficoltà a esser giudicato dalla critica, ma allo stesso tempo viene riconosciuto ed apprezzato. Questo perché le tecniche e gli stili adottati dagli architetti italiani cambiano da opera in opera, ma sempre mantenendo una verve solida e riconoscibile. Vediamo nello specifico quali possono esser considerati architetti italiani degni di nota.

Renzo Piano

Uno dei primi architetti di talento che può venire in mente è senz’altro Renzo Piano. Vincitore del premio Prizker nel 1979 (uno dei riconoscimenti più grandi per gli architetti), Renzo Piano è ritenuto da molti il più grande architetto di sempre. Fino ad oggi è stato uno degli architetti più eccentrici ed influenti della storia dell’architettura e lo si può notare dallo stile inusuale ed esclusivo che utilizza nelle sue opere.

Il Centro Pompidou di Parigi, il Porto Antico di Genova, il San Nicola di Bari, la Potsdamer Platz di Berlino, il centro scientifico Nemo di Amsterdam e l’Auditorium Parco della Musica di Roma sono solo alcune delle opere che ha realizzato in tutto il mondo.

Massimiliano Fuskas

Considerando un tipo di architettura più tecnica e didattica, potremmo prendere in considerazione Massimiliano Fuskas. Famoso per esser stato Visiting Professor presso L’Accademia di Belle Arti di Vienna e la Columbia University di New York, Massimilano Fuskas è senz’altro un pilastro dell’architettura mondiale.

Opere come la Vienna Twin Tower la fiera di Milano-Rho-Pero, il terminal dell’aeroporto di Shenzen lo contraddistinguono e lo rendono unico nel suo genere. Da notare che Fuskas ha molte altre opere ancora incomplete come il Vitruvio Internacional a la Trayectoria ed il Grand Prix d’Architecture negli Stati Uniti.

Alessandro Mendini

Premiato ben due volte con il Compasso d’Oro, Alessandro Mendini è un architetto che prende i suoi meriti grazie al suo stile di design che gli ha permesso di collaborare con marchi come Swatch, Swarovski, Alessi e Venini.

Il Groningen Museum in Olanda, la Torre del Paradiso ad Hiroshima e parte della metropolitana di Napoli rientrano fra le sue opere più famose. Si può notare guardando tali opere che lo stile vivace e caratterizzato da colori freddi rende l’arte di Mendini particolare e riconoscibile.

Richard Rogers

Architetto italiano nato a Firenze e successivamente naturalizzato inglese, Rogers ha assorbito non solo lo stile architettonico classicheggiante del capoluogo toscano, ma ha avuto la possibilità di trasferirsi a Londra per studiare corsi universitari dedicati all’architettura europea.

Rogers ha insegnato a numerose università in territorio UK come il MIT, la Yale e la Princeton e, insieme a Renzo Piano, vinse il concorso per il Centre Pompidou. Fra le sue realizzazioni più famose si possono annoverare il Palazzo di Giustizia a Bordeaux e il Millenium Dome di Londra (oggi conosciuto come “The O2”).

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo