I musei aperti la prima domenica del mese

Recentemente, la domenica di festa dei musei che riguarda papabili visite gratuite ha avuto una certa risonanza in rete. Ben 450 musei sono a disposizione ogni prima domenica del mese e possono esser visitati gratiutamente.

musei e domenica

Dal 3 giugno 2018, è possibile visitare i più famosi musei archeologici e monumentali Italiani, considerando tutto il territorio della penisola. Oramai in atto dal 2014, tale iniziativa permette a tutti i cittadini del bel paese di riscoprire le radici culturali e storiche grazie ai patrimoni culturali nazionali patrimoni culturali nazionali.

Al momento, si contano più di 10 milioni di visitatori e si prevede un aumento di visite nei prossimi anni. Sembra quindi che la domenica di festa sia stata un’iniziativa che non solo ha portato persone da tutta Italia a visitare i musei, ma è anche riuscita a valorizzare tutto il territorio della penisola.

Alla scoperta dei musei del bel paese

Molti sono i musei che aderiscono a tale iniziativa. Si parla di più di 450 musei, anche se non tutti hanno aderito alla proposta. È bene quindi verificare se il museo risulta affiliato con la #domenicadifesta dedicata ai musei e alla loro visita gratuita.

È possibile trovare pagine online e app da dove poter controllare se i musei sono presenti all’interno dell’affiliazione. In alcuni musei, nonostante l’entrata risulti gratuita, può esser necessario fare una previa prenotazione online. Detto questo, oltre a controllare la partecipazione del museo alla prima domenica del mese gratuita, è indispensabile capire se è opportuno prenotare il biglietto.

Negli appositi siti dei musei, spesso è presente un format facilmente compilabile dove poter richiedere la partecipazione gratutita per la prima domenica del mese, scegliendo a quale ora si preferisce visitarli.

Questo è diventato possibile tutt’oggi grazie al fatidico decreto Franceschini che, dal 1 luglio 2014, permette ai cittadini italiani di visitare gran parte dei musei della penisola in modo totalmente gratuito.

Valorizzazione del patrimonio culturale

Trovare siti ed app che possono segnalare se un museo può esser visitato gratuitamente la prima domenica del mese può esser d’aiuto. Ad esempio, siti web come stilearte.it segnalano quando un museo è adibito ad esser visitato gratuitamente, rimanendo costantemente aggiornato.

Da notare che è opportuno distinguere i musei civici e delle fondazioni con i musei statali. Questo perché i musei che usufruiscono della promozione gratuita sono statali. Di conseguenza, in gran parte dei casi i musei civici non avranno le stesse promozioni di quelli statali.

Molti sono tuttavia i musei civici ma purtroppo gran parte di essi non risultano disponibili alla visita gratuita per la prima domenica del mese. Anche molte pinacoteche non offrono l’entrata gratuita a inizio mese (pur essendo state realizzate grazie a donazioni pubbliche).

È opportuno comunque precisare che non tutti i comuni italiani hanno aderito alla “prima domenica del mese”. Nonostante si contano più di 250 musei, sono ancora molti i musei pubblici che si astengono al giorno gratuito.

Ad ogni modo, per non confondersi le idee è possibile controllare se il museo che si desidera visitare la prima domenica del mese dispone dell’entrata gratuita o meno. Come accennato in precedenza, ci sono numerose fonti (informatiche e non) da dove poter consultare le disponibilità dei musei.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo