Il caffé tra casa e bar

Da secoli il caffè fa parte della tradizione culinaria italiana. Tuttavia, qual è il miglior caffè? Quello del bar o quello fatto in casa da una moka? Non esiste una risposta univoca ma ci sono differenze che possono far capire perché a volte si preferisce un tipo e a volte l’altro.

moka o macchina del caffè

Si narra che l’Etiopia fu il paese di provenienza del caffè e tutt’oggi la leggenda più famosa proviene da quelle terre. Tale leggenda narra di un pastore che, pascolando le sue capre, si accorse dell’effetto energizzante di una pianta di caffè dopo aver visto le capre mangiare le bacche della pianta.

Ci sono anche altre leggende di stampo religioso, come quella del profeta Maometto, in cui si dice che dopo aver avuto una visione dell’arcangelo Gabriele che offriva lui una pozione nera tornò immediatamente in forze.

Caffè di casa o caffè al bar?

Tornando ai tempi odierni, oggi la diatriba tra il caffè “domestico” e quello fatto al bar è una battaglia piuttosto alla pari, anche se è opportuno precisare che l’elemento che distingue le due tipologie di preparazione è la caffeina.

Sembrerebbe quindi che ciò che caratterizza il gusto dell’una o dell’altra preparazione è proprio la quantità di caffeina. Detto questo, nella maggior parte dei casi, un caffè del bar ha meno caffeina mentre il caffè della moka ne ha di più.

Si parla di 30mg contro 70mg circa di caffeina circa. Tuttavia, molti affermano che il gusto del caffè del bar risulta spesso più forte e denso di un caffè della moka (anche se la quantità di caffeina è minore). Se un tipo di caffè riesce a dare più gusto, l’altro è più adatto a rivitalizzare e dare energie.

Potremmo parlare anche del caffè americano, anche se in questo caso si parla di una tipologia “fuori classifica” (perlomeno in Italia). Solitamente, i caffè americani sono molto lunghi e, nonostante siano poco densi, la loro quantità media possiede circa 100 mg di caffeina. Da notare che la dose media giornaliera rimane sui 200/250 mg e di norma più di 1-2 caffè americani è difficile che si consumino.

I sapori del caffè

Abbiamo detto che il caffè del bar risulta più denso ma ha meno caffeina. Questo perché la produzione del caffè in un bar si concentra maggiormente sulla cremosità ed essenzialità del risultato finale, senza badare alla quantità.

Ad ogni modo, non è possibile generalizzare per ogni bar e soprattutto per ogni macchina del caffè. Ogni macchina ha le sue peculiarità e in base ad alcune caratteristiche come la macinazione o la quantità d’acqua il caffè sarà di qualità o meno.

Da notare invece che la moka offre praticamente quasi sempre lo stesso tipo di caffè, indipendentemente dalla tipologia di moka che si possiede. L’unica cosa che può “migliorare” il gusto della moka è semplicemente “l’invecchiare” della moka stessa. Questo perché, con il tempo, può acquistare aromi del caffè dai caffè prodotti in passato.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo