Il no profit dalle onlus ai campi di intervento

Le organizzazioni no profit non hanno scopi di lucro. Si impegnano ad utilizzare eventuali profitti soltanto per esigenze di carattere organizzativo. La nozione storica di questo tipo di organizzazioni ha cominciato a svilupparsi dalla metà del XX secolo. È proprio in quest’epoca che si è determinata una maggiore attenzione da parte della società nei confronti di quelle attività che propugnavano il concetto di solidarietà. Rientrano nella categoria del no profit tutte quelle organizzazioni di utilità sociale, generalmente definite onlus, e poi le organizzazioni di volontariato, le cooperative sociale e le associazioni di promozione sociale. Soffermiamoci in modo particolare sulle onlus e su degli esempi per aree di intervento, considerando nello specifico l’ambiente e la salute.

Onlus campi d'intervento volontariato

Le onlus

Per definirsi onlus, le organizzazioni devono possedere alcuni requisiti fondamentali. Si tratta dell’assenza di lucro e della funzione di utilità sociale. I campi nei quali operano le onlus possono essere molto differenti. Possiamo portare alcuni esempi di carattere significativo: assistenza sociale, sanitaria, istruzione, valorizzazione artistica e storica, tutela dell’ambiente, tutela dei diritti civili, ricerca scientifica. Esistono delle associazioni specifiche che si occupano delle emergenze alimentari che riguardano soprattutto il Terzo mondo. In generale tutte le onlus si riferiscono ad attività di grande spessore sociale e alla messa in atto di opere molto lodevoli dal punto di vista sociale.

Il campo di intervento dell'ambiente

Alcune organizzazioni no profit si occupano della protezione dell’ambiente. Fra le associazioni più importanti dal punto di vista della protezione ambientale rientrano il WWF e Greenpeace. La prima è la più grande associazione ambientalista del mondo, che si occupa di tutelare l’ambiente naturale e di salvaguardare le specie animali a rischio estinzione. È stata fondata più di 40 anni fa ed estende le sue attività in circa 100 Paesi, soprattutto operando accanto alle comunità locali.

La caratteristica peculiare di Greenpeace è invece l’ispirazione ai principi della non violenza. Si tratta di un movimento che non ha nessuna influenza politica e viene finanziato mediante i contributi degli individui. Le attività di Greenpeace sono costituite principalmente dalle campagne di carattere ambientale e dagli investimenti nella ricerca scientifica e nell’innovazione tecnologica.

Il campo di intervento della salute

Le organizzazioni no profit che operano nel campo della salute e della ricerca complessivamente occupano un posto medio per quanto riguarda la concentrazione numerica di persone che vi operano all’interno e anche per quanto concerne la quantità di associazioni presenti nel territorio nazionale italiano. Occupano però un posto di prim’ordine per quanto riguarda il numero dei dipendenti assunti. Ci sono quelle organizzazioni che si servono di un lavoro esclusivamente volontario e che offrono servizi di assistenza, sia privata in casa che ospedaliera.

Tra le fondazioni più famose possiamo ricordare Telethon, che rappresenta un punto di riferimento nel campo della ricerca. Le sue azioni consistono nell’assegnare fondi a progetti di ricerca, a scuole di specializzazione, a dottorati e opera anche per la costituzione di propri progetti di ricerca in collaborazione con enti pubblici ed università. Altre associazioni significative da menzionare sono anche l’Associazione italiana per la ricerca sul cancro e l’Associazione italiana sclerosi multipla.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo