Il turismo religioso

Il turismo religioso è una delle prime forme di turismo. L'idea del pellegrinaggio religioso comincia quasi con l'alba dell'umanità. Quasi dagli albori della storia, gli esseri umani hanno viaggiato in luoghi santi. Dal periodo biblico importanti centri religiosi sono diventati non solo una parte del paesaggio culturale, ma anche importanti attori nel marketing locale e importanti parti dell'economia di quelle città che ospitavano centri religiosi. Nel mondo occidentale, città come Gerusalemme, Roma e Mecca continuano ad attirare milioni di visitatori su base annuale. Il viaggio orientato alla religione è avvenuto fin dai primi pellegrinaggi. Negli ultimi anni, tuttavia, il viaggio religioso e il turismo si sono sviluppati in un mercato molto più ampio e segmentato. Il viaggio religioso odierno comprende molteplici sub-nicchie che vanno dal mercato del pellegrinaggio di lusso ai viaggi religiosi istituzionali e a esperienze volontarie orientate a aiutare coloro che hanno una qualche forma di bisogno.

Piazza San Pietro Angelus

Quando si pensa al turismo religioso, la maggior parte delle comunità tendono a credere che questa forma di turismo non si applica alla loro comunità locale, a meno che questa non sia una destinazione importante per il pellegrinaggio. Il turismo religioso, tuttavia, non è solo orientato alla destinazione. Può anche implicare l'attrazione di grandi segmenti del mercato.

Il turismo religioso e umanitario

Il turismo religioso non è solo una visita a una particolare destinazione santa, ma può anche essere un viaggio per una causa umanitaria, per motivi di amicizia o anche come forma di svago. Viaggi religiosi possono essere la ragione principale per un viaggio ma possono anche essere parte di un viaggio più ampio e fornire una destinazione con attrazioni aggiuntive. Un errore comune sta nel considerare che un viaggiatore deve essere necessariamente di una religione particolare per visitare un sito religioso specifico. Ad esempio, anche se il Vaticano ha un significato speciale per i seguaci della fede cattolica, milioni di non cattolici visitano anche il Vaticano per la sua spiritualità e per la sua bellezza architettonica.

Non bisogna dare per scontato che il turismo basato sulla fede sia solo per un segmento del mercato. I viaggi basati sulla fede è per tutte le età e per tutti i settori economici. Infatti, il turismo basato sulla religione, sebbene spesso dominato da gruppi di fede, sta anche guadagnando terreno tra i singoli viaggi di svago. Soprattutto tra i giovani (che compongono circa un terzo dei visitatori basati sulla fede), c'è un gran numero di persone che cercano aspetti spirituali alle loro vacanze. Poiché le istituzioni religiose spesso viaggiano in gruppi, queste sono in grado di offrire pacchetti meno costosi per i loro iscritti.

Il mercato religioso e di fede ha il vantaggio di attirare persone provenienti da tutto il mondo, di tutte le età e di tutte le nazionalità. I professionisti del turismo e dei viaggi dovrebbero essere consapevoli che questo mercato potrebbe ben raddoppiare entro il 2020.

È essenziale essere sensibili alla grande varietà di esigenze particolari di viaggio all'interno di questo mercato. Tra le cose da considerare sono i tipi di cibo da servire, i tipi di musica da suonare. Come in altre forme di turismo è essenziale conoscere il mercato. Ad esempio, le compagnie aeree che non offrono pasti vegetariani possono perdere una parte del mercato basato sulla fede la cui religione ha specifiche restrizioni alimentari.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo