Internet e l'interconnessione comunicativa

Oramai Internet fa parte delle nostre vite quotidiane. Per quasi il 100% della popolazione italiana, Internet è diventato un portale fondamentale non solo per sapere e documentarsi, ma anche per comunicare. Mezzi di comunicazione come l’email, le chat, i social e via dicendo hanno sostituito gran parte dei modi di comunicare di qualche decennio fa. Pur utilizzando sempre mezzi tradizionali come il telefono o la posta (vera e propria), la comunicazione elettronica sta prendendo il sopravvento in una miriade di contesti.

L'interconnessione tecnologica

Quanti rinunciano al telefono per scrivere su Whatsapp? Quante volte postiamo uno stato sul nostro social preferito per comunicare un nostro interesse (o semplicemente per attirare l’attenzione)? Quando capita di rinunciare alla posta elettronica per fare una telefonata o visitare il negozio di persona? Anche solo immaginare di rimanere senza posta elettronica o messaggistica istantanea è senz’altro un’idea fuori dal comune.

L’abuso tecnologico

Indubbiamente, sotto molti aspetti la comunicazione tecnologica odierna risulta molto comoda e, per certi versi, aiuta anche ad evitare costi eccessivi e di conseguenza a risparmiare. Basti pensare che, paragonando l’utilizzo del telefono di qualche anno fa ad oggi, si spende quasi sicuramente meno di bolletta telefonica, considerando app come Skype che permettono di effettuare chiamate gratuite. Per non parlare della messaggistica “gratuita” che ha quasi completamente sostituiti gli oramai vecchi SMS.

L’altra faccia della medaglia rappresenta, però, una distrazione continua. La velocità e immediatezza del modo di comunicare oggi è una cosa che molto spesso non permette di concentrarsi a dovere su gran parte delle attività quotidiane. È possibile tuttavia usare mezzi comunicativi tecnologici senza abusarne e, appunto, usufruirne per comodità, anche se i casi di “abuso tecnologico” risultano oggi molto frequenti.

Il mercato online

Un’altra parentesi può essere aperta per quanto riguarda gli acquisti online. La comunicazione tra venditore e cliente è molto cambiata nel tempo. Molte volte i clienti preferiscono acquistare online, ma a loro rischio e pericolo.Senz’altro, un rapporto diretto con il venditore può dar maggiore garanzia. Internet può essere utile per acquistare prodotti che non si possono trovare altrove, anche se spesso si acquista comunque online a prescindere dalla rarità del prodotto. Molti venditori, infatti, per essere al passo della concorrenza hanno aperto negozi online che risultano paralleli a quelli “reali”, ponendosi quindi sul mercato digitale a sua volta.

Può capitare di aver sentito storie riguardanti compratori che paragonano prezzi online con i prezzi dei negozi veri e propri. Considerando il fatto che i negozi hanno bisogno di affrontare spedizioni e ordini di vario tipo, se il prezzo online è minore a quello di un negozio non significa che il negozio vero e proprio ha prezzi alti. Semplicemente il mercato online non possiede alcuni tipi di spesa che il negozio ha. Quindi meglio acquistare in negozio oppure online? La scelta è strettamente soggettiva, in quanto dipende dalle esigenze personali. Ciò che possiamo affermare è che una persona d’esperienza può fornire informazioni utili e autentiche, d’altra parte non è sempre il caso per quanto riguarda i contatti digitali.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo