La funzione delle biblioteche nell'era di internet

Il digitale è ovunque. I computer e gli smartphone stanno prendendo il sopravvento su molte cose, anche sulle biblioteche. Nonostante questa premessa piuttosto drastica (ma comunque realistica), le biblioteche nell’era dell’internet hanno e devono avere un loro posto nella società. Basti pensare che tutto il materiale digitale esistente ha pur sempre una radice che proviene da un contenuto in carta, che sia un libro, una rivista o una enciclopedia.

biblioteca e internet

Ma come vengono usate le biblioteche oggi? In che modo i contenuti cartacei sono consultati e utilizzati? Non è di certo facile dare una risposta unica a queste domande, considerando che gran parte delle persone che accedono ad una biblioteca oggi spesso portano con sé un apparecchio digitale come un computer o uno smartphone.

Spesso si cerca la biblioteca per studiare dispense universitarie o per lavorare al computer e sempre meno per consultare libri presenti nella biblioteca stessa. Per quanto un 80% degli utenti di una biblioteca abbia questo approccio all’interno di esse, rimane ancora una piccola percentuale di superstiti che consulta i vari volumi, ricerca libri e legge giornali nelle varie biblioteche provinciali o comunali che esse siano.

Biblioteche e Università

Soprattutto in ambiti universitari, gli studenti e i professori che si spingono verso la ricerca volumi cartacei sono maggiori rispetto ad un’utenza comune che utilizza tali luoghi quasi solamente per una “ricerca del silenzio”. Non che sia effettivamente sbagliato, ma possiamo dire che le biblioteche nell’era dell’internet hanno una funzione assai diversa rispetto ai decenni passati.

Si sa oramai che molti sono gli ambiti editoriali che puntano maggiormente verso lettori digitali come Kobo o Kindle, promuovendo la propria attività non solo in ambito cartaceo ma anche per quanto riguarda la produzione digitale. Molti sono i lettori interessati al digitale, anche se una piccola parte di cultori della “carta” sono ancora vivi.

Si può dedurre di conseguenza che il mercato digitale sta letteralmente surclassando quello tradizionale in ambito editoriale, ma le biblioteche sono pur sempre un luogo in cui un libro è un elemento storico e sacrosanto che rimane intatto da secoli.

L'uso di Internet nello biblioteche

Le biblioteche stesse sono spesso fornite di numerosi computer collegati a Internet. La connessione di rete è un requisito praticamente obbligatorio e questo naturalmente non agevola la lettura cartacea. Considerando questo punto di vista, le biblioteche stesse dovrebbero far capire ai suoi frequntatori il vero valore di un libro cartaceo.

Detto questo, anche se oggi con internet la preponderanza del digitale è assai evidente, i libri e il “cartaceo” hanno un suo valore inestimabile che, in fin dei conti, un digitale potrà difficilmente sostituire interamente. Il gusto di una ricerca manuale, dello sfogliare un’enciclopedia e di ricercare senza necessariamente “digitare” sarà sempre intriseco per tutti i “topi da biblioteca”, persone quest’ultime che non tramonteranno mai, finchè avrano voglia di conoscenza e, soprattutto, approfondimento.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo