La pizza, un pasto diventato un’icona nell’ambito della ristorazione

Nell’arco di numerosi secoli, la pizza è diventata un’istituzione nella vita degli italiani ma anche per la popolazione mondiale. In effetti, è diventata il pasto più consumato nel mondo e numerose pizzerie sono state aperte in diverse regioni del mondo.

 pizza moyenne

Le origini della pizza

Comminciamo con un po’ di storia, la pizza è un pasto che è stato elaborato molti anni fa. In effetti , nel Seicento, nella regione Campania, più precisamente a Napoli, è stata inventata una ricetta con impasto, salsa al pomodoro, mozzarella e olio d’olive e basilico per condire. Questa ricetta è stata inventata perché era facile da preparare ed era soprattutto la base di produzione degli agricoltori italiani. Cioé, produrre una pizza costava poco ed era nutritivo per il popolo napoletano in un periodo di fame e carestia. La ricetta originale come l’avete capito è la famosissima pizza Margherita che si mangia oggi in tutte le pizzerie del mondo e che è sempre rimasta semplice con gli stessi ingredienti.

Dopo l’unificazione dell’italia nel 1871, la pizza si è diffusa in tutto il Paese con grande successo. Oggi la pizza è uno dei simboli più notevoli della cultura italiana e anche un pasto che unisce realmente tutte le regioni d’Italia. Ogni regioni d’Italia ha creato la propria ricetta con i propri ingredienti per mostrare i colori locali, ma l’idea di base è rimasta la stessa : un impasto con ingredienti golosi che si mangia dappertutto.

L’internazionalizzazione della pizza

Nel Novecento, dopo le due guerre la pizza è comminciata a internazionalizzarsi prima in Europa quando l’Italia ha conosciuto il primo miracolo economico.

La ricetta ha avuto un vero e proprio successo e numerosi paesi si sono innamorati con la pizza, benché un grande numero di pizzerie siano state aperte ovunque sul continente. Ma rapidamente, la pizza si è diffusa anche nel mondo ed è diventata il pasto più consumato nel mondo.

Il successo della pizza fu cosi enorme che ci fu una forte esplosione del numero di pizzerie, in effetti in un primo tempo ci furono diverse pizzerie tradizionali che facevano delle pizze con forni a legna professionali per una cottura rispettosa delle tradizioni nate in Italia. Ma poi sono arrivati i grandi gruppi della ristorazione rapida che propongono pizze cotte in forni per le pizze professionali elettrici o a gas. Questi gruppi come Domino’s pizza o ancora Pizza Hut propongono delle pizze di qualità inferiore a quelle fatte in vere e proprie pizzerie napoletane pero l’obbiettivo e soprattutto di produrre molto in poco tempo. 

Nuove ricette: un successo controversato

L’emergenza di gruppi di pizzerie ha permesso la creazione di nuove ricette di pizze con colori e gusti locali ai paesi dove sono implementati. Per esempio la pizza Montana è composta di ingredienti tipici che si possono consumere quando si va in vacanza in montagna, cioè cipolla, panna fresca, pancetta, patata e formaggio (tipo Raclette o Reblochon) che ricetta è molto apre. Pero ci sono anche delle ricette che hanno fatto un grande scandalo soprattutto in Italia. In effetti la pizza hawaiana si è attirata l’ira di grandi pizzaioli italiani per ii suoi ingredienti improbabili : salsa al pomodoro, ananas, prosciutto, olive e formaggio. Un carnevale di ingredienti in un’unica e stessa pizza. Numerosi chef italiani hanno giudicato questa pizza come un’insulto alla gastronomia italiana. Cosa divertente a proposito della pizza hawaina, potremmo tutti pensare che questa pizza è stata inventata a Hawaii o su un’altra isola come Tahiti; la realtà è che è stata inventa... in Canada.  

Alcuni dati importanti sulla pizza

La pizza è il pasto più consumato nel mondo oggi! In effetti, si mangiano 3.000 millioni di pizze all’anno nel mondo intero. Si mangiano 13 chili di pizze all’anno e a testa negli Stati Uniti et 10 chili in Francia. Ma cosa divertente, in Italia : paese della pizza, si mangia solo 5 chili all’anno e a testa.

Ogni anno si svolge un concorso internazionale del migliore pizzaiolo, durante questo concorso, amotori come professionisti tenterano di realizzare la migliore pizza rispettando la qualità della cottura, il gusto del pasto, ma anche l’originalità della pizza proposta al panel di esperti della pizza. Questo concorso si svolgerà a Parma in Aprile. Potete iscrivirvi qui se pensate essere un grande pizzaiolo

  

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo