Lavorare nella musica: 3 opportunità a cui non avevi pensato

Il musicista è senza dubbio il lavoro più bello ed appagante del mondo. Una volta raggiunta l'indipendenza a livello finanziario è infatti possibile suonare ogni giorno, quando si vuole e dove si vuole, un'esperienza davvero gratificante per chi riesce a fare della sua passione un lavoro a tempo pieno.

Per quanto riguarda il lato musicale, sono molte le attività che permettono di avere un buon rientro economico, ad esempio concerti, vendita del merchandise, royalties sulle proprie composizioni e più recentemente il crowdfunding per finanziare i propri progetti. Ma a volte tutto questo potrebbe non bastare.

Trovare lavoro nel mondo della musica

Soprattutto nei mesi invernali, infatti, molto spesso le occasioni per esibirsi si riducono e con queste l'opportunità di creare un flusso stabile di entrate a livello economico. A questo punto la soluzione più immediata potrebbe sembrare quella di trovare un lavoro e abbandonare, almeno momentaneamente la vita da musicista. Se invece non vuoi fermare il percorso intrapreso, esistono numerose opportunità di lavoro legate all'ambito musicale.

Di seguito troverai tre opportunità alle quali potresti non aver pensato.

1 – Promuovere di concerti

Anche se a primo impatto potrebbe sembrare una soluzione non molto redditizia, organizzare e promuovere concerti è una capacità che se sviluppata nel modo giusto potrebbe portare enormi benefici anche alla propria carriera musicale.

In questo modo infatti si ha l'opportunità di intessere rapporti con gli addetti ai lavori e tutti coloro che gravitano attorno al mondo della musica e dei concerti, oltre ad incrementare la propria esperienza nella scelta delle location, dell'organizzazione a livello tecnico e burocratico e non ultimo nella gestione delle risorse economiche legate ad un evento musicale.

A questo scopo, un'ottima scelta potrebbe essere di appoggiarsi ad organizzazioni già strutturate per riuscire a lavorare ad eventi di portata regionale o nazionale.

2 – Organizzare tour per altre band

Se hai già fatto dei tour, anche piccoli e organizzati in modo indipendente, avrai sicuramente sviluppato molti legami con location, organizzatori locali ed altre band. Proprio perchè lo hai già fatto, organizzare tour per altri dovrebbe essere molto più semplice.

Tieni in considerazione infatti che non tutti, per vari motivi, hanno il tempo o le capacità di organizzarsi in modo autonomo delle serie di date lontano da casa. Sfruttare le tue doti ed esperienze in questo ambito per aiutare gli altri potrebbe risultare una scelta ottimale per entrambe le parti, te e le band con le quali deciderai di collaborare.

Generalmente, questo tipo di collaborazione è basato su una tariffa fissa oppure oraria per l'organizzazione dell'intero tour ed è l'ideale per chi vuole per chi vuole restare un freelance.

Non è detto però che una collaborazione possa in seguito trasformarsi in un lavoro continuativo e duraturo, facendoti passare da semplice organizzatore e promoter alla figura di agente. Anche in questo caso, ci sono molte agenzie alle quali potresti appoggiarti per eventuali collaborazioni.

3 – Fare il tecnico audio live o in studio

Diventare un tecnico del suono è una delle strade più comuni per tutti quei musicisti che vogliono ampliare le loro opportunità lavorative rimanendo nel settore della musica. Il motivo è molto semplice: si tratta di un settore con molta richiesta e che quindi offre molte opportunità a chi voglia intraprendere questa carriera.

Imparare a gestire i suoni in ambito live è una capacità che può rivelarsi molto utile sia per i propri concerti, ma soprattutto per diventare un tecnico del suono in sede live.

Le band infatti hanno sempre bisogno di una figura che si prenda cura dei suoni durante i loro spettacoli live, e sono molti i musicisti che ricoprono il ruolo di fonico quando non devono esibirsi.

Inoltre, crearsi un home studio è un'ottima opportunità per imparare e sperimentare nell'ambito dell'ingegneria del suono, produzione musicale, editing e mixing, competenze che possono aprire moltissime opportunità a livello lavorativo.

Se da una parte le possibilità di ottenere uno stage come assistente di studio non sono molte, una valida alternativa è quella di frequentare un corso per tecnico audio grazie al quale acquisire tutte quelle competenze tecniche di editing, mixing e mastering che molto spesso musicisti e produttori di musica elettronica non hanno tempo di approfondire.

In questo modo, con le giuste capacità e incominciando a far girare il tuo nome tra gli addetti ai lavori, potrai trovare molte opportunità di collaborazione come tecnico audio di studio.

Avrai così la possibilità di fare quello che ti piace aiutando gli altri nel loro processo artistico.

Ora che ti abbiamo dato questi spunti, non ti resta altro che scegliere la strada che più ti si addice e continuare il tuo percorso nel mondo della musica!

 

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo