Lavoro: districarsi fra le complessità del freelancer

In questi ultimi anni, il mondo del lavoro sta subendo una metamorfosi notevole. Le posizioni sicure sono sempre meno, i tempi indeterminati sono sempre più difficili da accaparrarsi e i contributi da versare sono sempre maggiori. Tuttavia, nel mondo del lavoro si sta sviluppando una figura sempre più desiderata: il lavoratore freelance.

lavorare da freelance

Colui che lavora da freelance bada personalmente a tutto ciò che riguarda la “busta paga”, le proprie ferie e appunto il proprio lavoro. Figure come il webwriter, il social media manager o l’influencer sono figure nate sul web e sono tutte (nella maggior parte dei casi) posizioni freelance. Se si ha la possibilità di sviluppare un vero e proprio lavoro da una posizione simile, uno dei principali privilegi è quello di autogestirsi quasi completamente, sia per quanto riguarda i prezzi che gli orari lavorativi.

Nella maggior parte dei casi, si ha una libertà lavorativa notevole. Spesso i freelancer lavorano con committenti che instaurano con loro collaborazioni (brevi o lunghe). Questo permette sia ai freelancer che ai committenti di poter gestire la collaborazione indipendentemente, instaurando un lavoro differente da quello “capo-dipendente”.

Districarsi nel mercato freelance

Ad ogni modo, l’altra faccia della medaglia è districarsi fra le difficoltà di farsi una carriera. Per quanto gli orari e i prezzi sono in molti casi strettamente perosonali e soggettivi (pur dando un’occhio di riguardo al mercato), trovare committenti costanti e affidabili che permetta al freelancer di raggiungere uno stipendio implica molto impegno.

A differenza di un dipendente d’azienda che ha orari fissi ed una busta paga mensile, il freelancer spesso ha guadagni variabili e può capitare che lavori anche durante i weekend. Sicuramente, con un lavoro del genere non si hanno particolari diatribe con eventuali boss o dipendenti indisposti, in quanto, in casi come il social media manager o làarticolista online, sono lavori svolti dal computer che si possono fare anche da casa propria.

Progredire nel lavoro freelance

Spesso può capitare che si abbia un lavoro part time (o full time) da dipendente e si cerchi di arrotondare con mestieri da freelance come quelli elencati sopra, ad esempio. Considerando che ci vuole tempo e modo per raggiungere un vero e proprio stipendio da freelance, avere un lavoro “parallelo” a questo tipo di attività può essere un modo per cascare sul sicuro da un lato economico. Se poi capita che il lavoro da freelance prende una svolta positiva, si può ricorrere all’apertura di partite IVA o comunque si possono emettere fatture tramite prestazione occasionale.

Sostanzialmente, per raggiungere uno stato economico positivo con un lavoro simile, bisogna avere parecchia passione e dedizione per ciò che si fa e compiere numerosi sacrifici. Oggigiorno le possibilità sono molte e più frequenti che in passato, soprattutto per quanto riguarda il mercato online. Internet, in un certo senso, ha dato possibilità di sviluppare lavori digitali che prima non sarebbero state possibili. Senza considerare quindi la crisi economica permanente di questi ultimi anni e i contratti indeterminati sono sempre meno e le posizioni fisse non sono facili da trovare, i lavori da freelance sono alle porte e possono garantire una libertà lavorativa notevole.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo