L'Informazione: il suo sviluppo e la sua attendibilità

Provando a dare una definizione, l’informazione è una ricezione di nozioni che può aiutare a risolvere un’incertezza, dando una soluzione alternativa per capire ciò che in precedenza risultava ignoto. Durante i secoli i mezzi d’informazioni sono andati sviluppandosi ed evolvendosi, cominciando originariamente dalla “parola stampata” dei giornali ed arrivando fino ad internet.

L'informazione e i suoi sviluppi

Le fonti d’informazione sono oggigiorno molteplici, soprattuto per quanto riguarda i mezzi di comunicazione di massa. Possiamo far rientrare fra essi la tv, i giornali (soprattutto quotidiani) e appunto internet. La diffusione in rete di articoli, siti web e social networking ha sempre più sparso la voce verso ogni tipo di utente. Considerando che oramai le persone attive sul web sono una altissima percentuale rispetto alla popolazione totale (si conta addirittura 3,4 miliardi di persone attive in rete), internet risulta oggi il mezzo di comunicazione di massa più potente.

Informazione alternativa

Se si desidera documentarci più approfonditamente su ciò che ci circonda o comunque desideriamo approfondire un campo specifico, sempre in rete si può trovare gran parte del materiale che si desidera. Se siamo, ad esempio, appassionati di letteratura, online è possibile reperire numerosi cataloghi e libri magari precedentemente introvabili. Per quanto riguarda questa funzione, internet è stata una svolta notevole rispetto a qualche decennio fa.

Tuttavia, esistono ancora le riviste cartacee da dove poter trarre informazioni esclusive e mirate, anche se la diffusione delle riviste online ha (putroppo o per fortuna) sviluppato un sistema di informazione che, nella maggior parte dei casi, ha prediletto la lettura in rete rispetto a quella cartacea. Possiamo paragonare questo fatto, ad esempio, con l’ascoltatore di musica che ascolta i vinili rispetto ai brani in mp3 sul proprio iPod: le riviste cartacee ed i giornali restano pur sempre un reperto tradizionale e ancora in auge per un buon numero di clienti.

L’insegnamento dell’informazione

Se si sa cogliere le giuste fonti informative, è possibile trarre dalla parola nozioni interessanti che ci permettono di capire significati concreti che altrimenti non avremmo ottenuto. In latino, informatione” significa “dare forma alla mente, disciplinare, istruire, insegnare”. Di conseguenza, un’informazione (autentica e compresa) può fornire miglioramenti al proprio lato intellettuale.

Ad ogni modo, è necessario saper capire ed eventualmente evitare fonti inattendibili. Per quanto la rete riesca a fornire numerosissime forme d’informazione, non sempre si ricorre a fonti veritiere e ben definite. È quindi opportuno capire da quale circostanza o ambiente proviene l’articolo che stiamo leggendo e soprattutto cosa effettivamente ci sta dicendo.

Probabilmente, anche questo è uno dei motivi per cui la rete non ha completamente sovrastato l’informazione “cartacea”, ovvero quest’ultima può essere leggermente più attendibile in certi casi, visto che spesso i giornali lavorano con professionisti e scrittori di grande esperienza che fanno il possibile per fornire la giusta nozione informativa.

Tralasciando il fatto che (anche a ritroso nella storia) i quotidiani risultano spesso schierati politicamente e quindi l’informazione può risultare in alcuni casi pilotata o perlomeno “di parte”, ciò che riceviamo da informatori professionisti può essere più attendibile di un’informazione di un blogger appena nato in rete o appunto da uno scrittore politicante.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo