Il software: cos’è e come lo utilizziamo ogni giorno

Il software tradizionalmente si contrappone all’hardware. Mentre il primo indica le informazioni utilizzate dai sistemi informatici, che possono essere espresse in programmi, l’hardware è invece la componente fisica di un sistema di calcolo. È attraverso l’hardware che è possibile eseguire il software. Comunemente si pensa ai programmi informatici soltanto in riferimento al computer o allo smartphone. Non tutti sanno, infatti, che alcuni particolari tipi di software si possono trovare su diversi dispositivi, come elettrodomestici, ad esempio televisore e lavatrice, e perfino nelle automobili.

 Produzione software

I vari tipi di software

I differenti software a nostra disposizione possono essere classificati tenendo conto delle loro caratteristiche:

  • in base al sistema operativo - i programmi informatici possono essere utilizzati su diversi sistemi operativi, da Windows a Mac, da Android a Linux;
  • a seconda della funzione - esistono diversi programmi di questo genere che differiscono per la funzione. Basti pensare ai software di videoscrittura, al foglio elettronico, a quelli per la grafica, ai sistemi operativi, ai browser e alla posta elettronica. Oltre alle versioni a pagamento, esiste anche un software utile e gratuito, che spesso ha delle differenti versioni applicative;
  • in base alla modalità di esecuzione - si distinguono in questo caso software batch, quando i lavori sono impostati per essere eseguiti automaticamente, e programmi online, che richiedono l’intervento umano per controllare il lavoro;
  • a seconda del campo di applicazione - si possono distinguere software per uso casalingo o altri per utilizzo professionale;
  • a seconda della licenza - distinguiamo il software libero da quello proprietario, tutto dipende dal grado di permissività della licenza stessa.

Dal punto di vista gerarchico, possiamo classificare il software in quattro categorie:

  • firmware;
  • software di base - a sua volta divisi in sistemi operativi, compilatori e interpreti, librerie;
  • driver;
  • programmi applicativi - categoria che comprende i software utilizzati negli usi quotidiani e quindi i programmi per l’ufficio, i videogiochi, i browser per la navigazione sul web, i client di posta, le applicazioni chat, i lettori audio-video;

Come viene realizzato il software

Un software viene costruito per mezzo di un processo di programmazione. Ad occuparsi dell’operazione è un programmatore, che usa uno o più linguaggi. Per la costruzione di un software complicato, il programma viene diviso in più moduli e ciascuno di essi viene affidato ad un programmatore. Si passa poi alla fase chiamata compilazione: consiste nel tradurre ogni file del codice sorgente in un file oggetto, con tutti gli elementi adeguati all’architettura hardware a cui il programma è destinato. Infine i file oggetto vengono sottoposti ad una fase di linking, per arrivare al prodotto finale rappresentato dal file eseguibile.

software e servizi

Software e vita quotidiana

L’utilizzo dei programmi informatici nella vita di ogni giorno ha rappresentato davvero un cambiamento importante per differenti aspetti. I software ci aiutano a realizzare con più facilità e più rapidità alcune azioni che affidiamo direttamente alle macchine, per progettare, creare ed elaborare dati. Senza questi strumenti, tutto richiederebbe molto tempo e molte risorse che spesso non si hanno a disposizione. Le opportunità offerte dai programmi nella gestione degli impegni giornalieri sono varie e ciascuno di noi può soddisfare le proprie esigenze.

 

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo