Weekend ai laghi in Toscana

A prima vista, Toscana fa rima con città d'arte, cultura buon vino e verdi colline. Se chiedessero a un turista straniero certamente questo sarebbe il sunto. Eppure la Toscana offre molto, molto di più. Ad esempio, poco celebrati ma molto validi sono i laghi della regione che si dividono principalmente tra laghi di pianura, tra cui quelli artificiali, e laghi di montagna. Se rientrate nella categoria di persone che a un aperitivo glamour sul litorale della Versilia preferisce la quiete immersa nella natura di una gita al lago, la Toscana saprà accontentarvi a pieno.

Di seguito troverete elencati i laghi principali della regione, ognuno dei quali offre caratteristiche peculiari, ma tutti perfetti per un dolce tuffo in una pausa all'insegna del contatto con la natura.

I laghi della Toscana

I laghi principali della Toscana

Il lago di Bientina, conosciuto anche con il nome di Sesto, si trova in provincia di Pisa e già dall’Ottocento è considerato il lago più grande della Toscana. 
Posto non lontano da Padule di Fucecchio, tra la pianura lucchese e il fiume Arno, nel 1995 la zona circostante ha visto la costituzione della prima Area Naturale Protetta d'Interesse Locale della Regione Toscana, importantissima in particolar modo per il bosco idrofilo di ontano nero. 

Con un nome così promettente, il lago e oasi di Santa Luce, posto sempre in provincia di Pisa ma in realtà vicinissimo a Rosignano, non stupisce che sia stato proclamato oasi LIPU già nel 1992. Questo lago artificiale si raggiunge percorrendo la statale 206, verso Pisa, seguendo la strada per Santa Luce. Ad un certo punto apparirà il lago, uno specchio d’acqua protetto da un canneto.
Vi consigliamo di fermarvi al centro visite LlPU: per accedere si paga un biglietto d’ingresso, muniti del quale si ha il permesso di oltrepassare la diga, oltre la quale si trovano i 2 km del sentiero natura. Questo lago è ideale per una visita con i bimbi, grazie ai molti cartelli didattici elle capanne che permettono di osservare da vicino gli animali senza arrecare alcun disturbo. 

Il Lago di Gramolazzo si trova nel comune di Minucciano in provincia di Lucca, lungo la via che conduce a Piazza al Serchio. Le sue verdi acque fanno da specchio al maestoso monte Pisanino: una vista suggestiva per chi decide di fermarsi e fare uno spuntino, approfittando delle aree attrezzate dotate di tavolini in legno. 

In provincia di Lucca è possibile ripercorrere i passi dei viandanti antichi, andando alla scoperta di un luogo ancora nascosto alle masse nelle Alpi Apuane, che cela gelosamente un antico villaggio senza tempo. Sulla riva di un laghetto tra alte montagne e boschi di castagno troviamo la suggestiva Isola Santa, meta ideale per una vacanza in qualsiasi stagione e intrisa di storia e cultura.

In provincia di Pistoia si trova il Lago Nero, un bacino d’acqua montano, la cui conca deriva dall’escavazione di un ghiacciaio antico. Situato a 1730 metri e immerso in una cornice maestosa composta da rilievi Appenninici le cui vette toccano i 2000 metri, il nome del Lago Nero deriva dal riflesso scuro delle sue acque, che vanno poi a confluire nel torrente Sestaione, maggior affluente del fiume Lima, che a sua volta diviene l’affluente principale del fiume Serchio.

Dal Lago Nero è possibile esplorare un altro piccolo angolo lacustre molto suggestivo, il Lago Piatto. Poco sopra quota 1800 metri, si trova un laghetto di origini glaciale, le cui acque cristallino ritornano l’immagine dell'Alpe delle Tre Potenze, che proprio dal laghetto si può raggiungere attraverso un sentiero lungo il crinale.

Sulle montagne tosco-emiliane, al confine con la provincia di Bologna, si trova il lago Scaffaiolo, un bacino lacustre che riveste un fascino particolare grazie alla sua posizione solitaria ed esposta al tempo stesso. Il lago non è popolato da pesci, vista la bassa temperatura delle sue acque ed è completamente libero da alberi: gli fanno da cornice infatti solo un prato con qualche sasso sparso qua e là. L’altitudine non è elevata - siamo a quota 1775 metri - eppure essendo così esposto è spesso soggetto a una forte escursione termica e sferzanti venti di Libeccio e Tramontana, che possono arrivare fino a 120 km/h. Non essendo riparato, non è infrequente vedere le sue acque, generalmente limpide, cambiare velocemente colore a causa della nebbia, una particolarità celebrata già da Boccaccio.

Sia che preferiate la montagna, alla scoperta di suggestivi paesaggi, o la comoda pianura, per un soggiorno da godere assieme ai vostri bimbi, i laghi della Toscana sapranno accontentarvi. Godete della natura incontaminata andando alla scoperta di uno dei meravigliosi laghi della Toscana.

 

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo