Cos'è la mobilità elettrica

Spesso si sente parlare di mobilità elettrica, ovvero di tutto ciò che riguarda i mezzi elettrici che, grazie ad una semplice batteria, possono muoversi senza utilizzare la benzina.

mobilità elettrica

L’energia elettrica è la fonte principale per generare energia e per far funzionare tali mezzi che fanno a meno di combustibili fossili e oli tradizionali.

Con auto elettriche, automobili, bici e monopattini elettrici e veicoli a idrogeno è possibile dare un taglio alle costanti emissioni di anidride carbonica che stanno causando il corrente riscaldamento globale.

Ma cosa si intende per mobilità elettrica nello specifico? Vediamo di seguito perché è sempre più in voga e come mai sta crescendo notevolmente.

Mobilità elettrica in crescita

Ciò che contraddistingue questo metodo e sta facendo in modo che la mobilità elettrica cresca sempre è la sua caratteristica sostenibile. Muoversi grazie all’elettrico permette di fornire molte prospettive per innovazioni che fino ad oggi non erano mai state pensate.

Quando si parla di mobilità elettrica si pensa subito a veicoli come l’auto elettrica. Quest’ultima, grazie all’ausilio dell’elettricità riesce a muoversi silenziosamente (ha un suono che emette nel caso che ci siano pedoni che attraversano).

I cosiddetti BEV (Battery Electric Vehicle) sono la nuova frontiera del trasporto e grazie alle batterie elettriche riescono a funzionare così come funziona un’auto a benzina. Con una semplice presa elettrica domestica si può ricaricare, oppure esistono anche colonnine di ricarica per le auto elettriche situate in alcune città.

Come sappiamo ci sono anche veicoli ibridi che hanno sia la componente elettrica che la possibilità di funzionare con la benzina. In questo modo è possibile scegliere se consumare l’energia della batteria o impiegare la benzina per far andare l’auto in questione.

Esistono anche auto a idrogeno. Con l’ausilio di alcune bombole, questo tipo di mezzi hanno una pila a combustibile che permette di creare una reazione chimica con cui l’elettricità viene prodotta. Da notare che lo scarico di questi veicoli diventa acqua, essendo così ecosostenibile a tutti gli effetti.

Si parla di mobilità elettrica anche quando si pensa a bici elettriche e monopattini elettrici, sempre più in voga in questi ultimi anni. Per brevi spostamenti (15-20 minuti), tali mezzi sono ideali per raggiungere la meta che si desidera.

Perché la mobilità elettrica è indispensabile

Ma perché la mobilità elettrica è sempre più crescente? Ovviamente, per i problemi recenti legati all’ambiente, ma anche per una consapevolezza maggiore legata agli spostamenti e all’utilizzo dell’auto.

Se fino ad oggi si sono utilizzati i mezzi a benzina “senza pensieri”, per il futuro è necessario maturare una certa responsabilità e comprendere che l’inquinamento deve essere dimezzato entro poco tempo.

Fino a questo momento non era mai veramente stato preso in considerazione il problema delle emissioni di CO2 e della mobilità a benzina. Tuttavia, fortunatamente la cosa sta prendendo una piega positiva sotto molti aspetti, diffondendo così una mobilità ecosostenibile.

Metodi per non emettere anidride carbonica

Quindi ci sono modi per inquinare meno ed emettere meno CO2 nell’atmosfera? Certo che si, considerando l’esistenza di mezzi elettrici come auto ibride, monopattini elettrici e tutti i mezzi che abbiamo appena descritto.

In primis, è sempre bene evitare di utilizzare l’auto a benzina per piccoli spostamenti. Un mezzo elettrico è quello che può risolvere la situazione in gran parte dei casi, dato che può percorrere le stesse distanze e con la stessa velocità.

Inoltre, con un mezzo elettrico è possibile non solo diminuire il traffico ma anche evitarlo. Utilizzando le vie pedonali (gran parte dei mezzi elettrici possono accedervi) si può raggiungere il luogo di lavoro o qualunque altro posto ove si voglia giungere senza utilizzare una macchina.

Un mezzo elettrico come una bici e un monopattino sono molto facili da parcheggiare e, a sua volta, non si andrà ad intasare i parcheggi delle città con un comune mezzo a benzina.

Insomma, i vantaggi sono molti e fin quando si predilige la mobilità elettrica si può riuscire ad essere ecosostenibili e migliorare la mobilità urbana e non.