Ascoltare musica in streaming: le migliori piattaforme

Chi non ascolta la propria musica preferita tramite Spotify, Google Play o Apple Music? Ascoltare musica in streaming è sempre più comune e i dispositivi predominanti oramai sono smartphone, tablet e pc per quanto concerne l’ascolto della musica.

piattaforme streaming musica

Il primo programma che rese una musica digitale accessibile per tutti fu Napster che, nonostante le varie polemiche ricevute (vedi il caso dei Metallica e del loro batterista, Lars Ulrich), oggi è stata una musa ispiratrice non solo per i programmi di download che nacquero qualche tempo dopo (eMule, bitTorrent, LimeWire, etc.), ma soprattutto per il giungere delle piattaforme per ascoltare musica in streaming.

Ascoltare musica in streaming online è sempre più facile anche se, senz’altro, ci sono pur sempre i cultori dei Compact Disc e altri che ascoltano musica dai vinili (che sono ritornati in auge, anche a causa della chiusura dei battenti delle industrie che producevano i CD), ma non si può non notare il dilagare delle piattaforme streaming per ascoltare brani musicali d’ogni tipo.

Questo è un bene? Senz’altro lo è per gli utenti che hanno a disposizione tutti i brani che desiderano da un'unica fonte e, in fin dei conti, anche per le case discografiche che sono riuscite a tappare i buchi creati dal download (legale ed illegale).

Lo step principale che ha permesso l’avvento dello streaming musicale sono stati i file mp3 che, essendo stati file digitali e non “materiali” come poteva esserlo un compact disc, hanno aperto la strada verso le piattaforme streaming che forniscono contenuti non più sotto forma di file, ma sotto forma di brani di proprietà delle piattaforme stesse.

In secondo luogo, anche Internet ha ovviamente dato il suo contributo. Basti pensare che tutte le piattaforme sono state concepite per ascoltare musica in streaming online e, neanche a dirlo, una connessione Internet permette di far funzionare il tutto nel migliore dei modi.

Ma qual è la migliore piattaforma streaming per ascoltare musica online? Dipende dalle proprie esigenze personali, anche se con l’elenco che andremo a descrivere in questo articolo potrete notare le differenze tra le varie opzioni disponibili.

Le migliori piattaforme per ascoltare musica in streaming

Senza ogni ombra di dubbio, moltissimi utenti utilizzano una piattaforma come Spotify per ascoltare musica in streaming. Fino ad oggi è ritenuta la piattaforma più famosa sulla piazza e con questa si può ascoltare i brani presenti al suo interno in modo gratuito o pagando un servizio per utilizzare la sua versione premium.

Naturalmente, con la versione gratuita, sono presenti pubblicità tra qualche brano ed altri e, su smartphone, si può solamente ascoltare le canzoni in riproduzione casuale. Si può comunque optare per un abbonamento mensile che permette di riprodurre tutti i brani che si desiderano senza la pubblicità.

Altra piattaforma pluriutilizzata per l’ascolto della musica è YouTube. Sebbene YouTube sia dedicato principalmente ai video, moltissime sono le canzoni e gli album presenti sul canale. Anche qui ci sono pubblicità di tanto in tanto e, per eliminarle, è presente una versione premium a pagamento.

Google Play è un'altra piattaforma per ascoltare musica in streaming da non sottovalutare. La particolarità di Google Play è il fatto di poter caricare i brani su cloud ed è compatibile con qualunque dispositivo iOS o Android.

Apple Music è un altro ottimo servizio (esclusivamente dedicato agli utenti iOS) con cui poter ascoltare musica in streaming. Da notare che chi possiede già un account iTunes si avrà la possibilità di sfruttare 3 mesi di abbonamento gratis.

Fra le migliori piattaforme per ascoltare musica in streaming non poteva non rientrare Deezer. A differenza degli altri, Deezer permette non solo di sfruttare un abbonamento analogo a quelli delle piattaforme sopra descritte, ma si può anche pagare un altro abbonamento per ascoltare brani in alta qualità (che costerà di più del comune abbonamento).

Ultima piattaforma ma non meno importante è Tidal, piattaforma per ascoltare musica in streaming lanciata da Jay Z. Quest’ultimo ha puntato sulla tutela dei diritti d’autore e sulla qualità audio, tuttavia rimanendo sotto i suoi competitor.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo