Brexit: cosa sta succedendo?

Il Regno Unito se ne sta andando dall’Unione Europea: ecco cos’è la Brexit. Ma cosa significa nello specifico? Cosa sta succedendo? Ci saranno conseguenze? E di che tipo?

brexit cos'è

Si, ci saranno conseguenze di vario tipo, non solo economiche, ma anche politiche e sociali. Si sente spesso parlare di Brexitin questi periodi, tuttavia non si ha ancora niente di estremamente concreto.

Sembra che le decisioni più importanti siano state prese, anche se non è ancora detto che si arrivi fino all’emissione della legge senza che sia cambiato qualcosa nel mentre.

Cos’è la Brexit

Sostanzialmente, la parola Brexit sta a significare l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. La parola deriva dalla parola “Britain” e dalla parola “Exit”, fuse in “Brexit”. Da oramai qualche anno il termine sembra essere diventato sempre più comune per la gran parte della popolazione mondiale.

Tuttavia, non tutti hanno bene chiaro in testa che cosa significhi e cosa comporti per il Regno unito. Nella sostanza, con un referendum partito nel 2016, la cosiddetta UK ha deciso di non voler partecipare più alle attività politiche, economiche ed amministrative dell’Unione Europea.

Questo è stato poi decretato nel mese di marzo 2017 dal ministro Theresa May. È stata lei a presentare una notifica che dichiarava l’uscita del Regno Unito dall’UE (sempre con un lasso di tempo di circa due anni prima dell’entrata in vigore della legge).

Infatti, fino ad oggi ci sono stati altre discussioni e accordi che non solo hanno permesso di slittare l’effettiva uscita dall’UE, ma anche di poter parlare di vicissitudini riguardanti le conseguenze dell’uscita dall’UE da parte del Regno Unito.

Insomma, ancora non c’è niente di definitivo e concreto per quanto riguarda la Brexit, anche se sembra che gran parte degli accordi siano oramai consolidati. Non resta che aspettare e sperare che l’uscita del Regno Unito dall’UE non risulti drastica come molti credono.

Le conseguenze della Brexit

Detto questo, quali possono essere le effettive conseguenze della Brexit? Molti possono pensare che il problema sia prevalentemente economico, ma anche la politica interna (ed esterna) sembra che ne risentirà parecchio.

Infatti, a causa della Brexit sono spuntati fuori differenti referendum riguardo argomenti mai presentati fino ad oggi, come ad esempio l’indipendenza della Scozia o l’idea di unione tra Irlanda ed Irlanda del Nord. Ancora niente è successo, ma queste sono alcune delle idee portate avanti da molti politicanti UK.

Tuttavia, una tra le conseguenze più drastiche che potrà portare la Brexit è la rivalsa dei partiti di estrema destra, non solo in UK ma anche in tutta l’Europa e non solo. Considerando che proprio la Brexit stessa è stata promossa da partiti di destra, potrebbe essere una sorta di “via libera” a partiti estremisti che non possiedono esattamente le stesse idee democratiche portate avanti dall’UE fino ad oggi.

Ovviamente, ci saranno conseguenze commerciali notevoli con l’uscita del Regno Unito. Ad ogni modo, niente di concreto e definitivo è stato definito dagli enti governativi. Ciononostante, l’UK ha perso il prestigio economico che aveva sul mercato mondiale in precedenza (con un livello di rating AAA).

Ma a chi abita nel Regno Unito cosa succederà? Sostanzialmente, chi vive nel paese da più di 5 anni non avrà troppi problemi, mentre chi vive nei territori UK da meno di 5 anni, potrà ottenere un permesso temporaneo (dalla durata di 5 anni). Chi non riuscirà a mettersi in regola, molto probabilmente rischierà di venir buttato fuori dal Regno Unito.

E per i turisti? Sembra che anche qui ci siano regole ferree da rispettare. Uno tra le tante è quella di ottenere un visto elettronico entro 3 giorni per rimanere (massimo 3 mesi). Chi invece vorrà rimanere di più dovrà ottenere un permesso lavorativo e, inoltre, il cosiddetto passaporto biometrico per viaggiare. La carta d’identità non è quindi più valida come passaporto.

Da notare comunque che l’approvazione della Brexit è riuscita a passare grazie ad una lievissima vittoria da parte del partito di destra Leave che, rispetto al suo avversario Remain, è riuscito a sorpassarlo solamente per un 2% dei voti.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo