Caccia ai Colpi d’Ariete: perché si formano nelle reti idriche e le soluzioni per la prevenzione e controllo

Il monitoraggio e il controllo delle reti idriche sono attività che hanno un minimo comune denominatore: l’acqua. Quello di controllare il flusso dell’acqua e la salute degli impianti idraulici è uno dei mestieri più belli e antichi del mondo.  Gli impianti idrici riforniscono migliaia di case e aziende ma possono anche diventare un serio rischio se non vengono controllati e curati. Esistono, infatti, tantissimi problemi legati alla forza, alla pressione e alla velocità dell’acqua in special modo quanto è incanalata o compressa in tubature, uno di questi è senza dubbio il colpo d’ariete o transitore di pressione.

Colpo d'ariete

Occorre organizzare una vera e propria task force per scovare, prevenire e mitigare i colpi d’ariete e mantenere così lo stato delle reti idriche efficiente e sicuro.

Come si crea il Colpo di Ariete nelle reti idriche che usiamo tutti i giorni?

Un colpo d’ariete si crea quando a una variazione repentina di portata corrisponde una variazione più o meno rapida di pressione. In sostanza cosa accade? Tutte le volte che abbiamo una stazione di pompaggio di una rete con dei prelievi o utenze particolari, queste sono tutte fonti e cause di problemi e criticità per gli impianti idrici.

L’aspetto quotidiano della pressione idrica. Durante le ore diurne, consumiamo acqua, quindi il carico idraulico si abbassa, al contrario di notte, in assenza di consumo o con notevoli diminuizioni, in special modo nella fascia oraria che va da mezzanotte alle cinque del mattino, il carico idraulico diviene molto più elevato, da qui, il cambiamento significativo di pressione. Le continue variazioni di pressione sono proprio tra le principali concause dei colpi d’ariete e delle perdite idriche.

Aspetti idraulici legati ai colpi d’ariete con transitori di pressione

Dove si genera normalmente in un impianto il transitore di pressione o colpo d’ariete? I transitori pressori normalmente in una rete idrica si verifica a valle del muro della stazione di pompaggio. Il muro in idraulica solitamente è costituito dalla valvola di non ritorno.

In un impianto idraulico, con forti variazioni pressorie, i colpi di ariete si percuotono su tutta la pipeline fino ad arrivare a colpire e rompere dove si trova l’anello più debole della rete come: tubi, valvole e altri componenti…

I rimedi e la prevenzione sui danni generati dai colpi d’ariete

Va anche ricordato come i colpi d’ariete siano inevitabili, per la prevenzione sui danneggiamenti tuttavia si può intervenire mitigando i colpi e di conseguenza il loro impatto sugli impianti.

E’ importante allora, studiare i tempi di avvio e arresto del flusso idrico, monitorare costantemente e conoscere approfonditamente le reti idriche che si hanno in gestione.  

In Italia gli operatori e i tecnici che si occupano di idraulica e impianti sono sempre stati molto preparati sin dalla fine dell’800. Già da anni si conoscono i colpi di ariete e si installano nelle reti dei sistemi per prevenirli come le valvole di protezione contro i transitori.

E’ vitale che gli interventi e i progetti futuri prendano spunto e riportino quella conoscenza e Know-how che era già consolidato in epoche passate nel nostro Paese.

Oggi ci sono strumenti eccezionali a disposizione di tutti i responsabili e tecnici delle reti idriche come Data Log, software di monitoraggio (come per esempio Aqualog o Aquaworks), analizzatori di transitori di pressione, misuratori di portata esterni alle condotte ed RTU.

Tutti questi ausili digitali servono per prevenire e conoscere la rete idrica o acquedotto gestito.

Un approccio intelligente è quello di associare la tecnologia 4.0 odierna alla conoscenza e ispezione diretta degli impianti per avere una conoscenza assoluta delle reti ed essere pronti a prevenire e intervenire su ogni tipo di complessità, partendo proprio dagli indesiderati e pericolosi colpi di ariete.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo