Come capire se i freni dell'auto sono usurati

Guidare un auto è sempre un piacere, ma spesso si sottovaluta che controllarla di tanto in tanto è necessario per non incappare in spiacevoli sorprese.

meccanico

Spesso può capitare che si sente un piccolo “fischiettio” mentre si frena con la macchia. Questo è uno tra i primi piccoli campanelli d’allarme che indica che il freno, probabilmente, è un po’ consumato.

Non è un problema gravissimo, in quanto si può pur sempre rimediare per fare in modo che la propria aiuto non abbia più problemi di nessun tipo.

Ad ogni modo, vediamo come capire se i freni dell’auto sono usurati e conseguentemente come poter aggiustare l’eventuale danno.

Aggiustare i freni dell’auto usurati

Molto spesso gli automobilisti trascurano quanto sia importante tenere intatto l'impianto frenante. Per questa piccola disattenzione, spesso si rischia di avere numerosi problemi, soprattutto per quanto riguarda l'apparato dei dischi e delle pastiglie dei freni.

Per capire se le pastiglie dei freni sono usurate è bene sapere che il meccanismo dei freni comporta un processo complicato (pressione del pedale, circolazione dell'olio, stretta delle pinze contro i dischi o tamburi) e che se qualche step di questo processo non funziona correttamente, il sistema frenante è danneggiato.

Uno fra i metodi più semplici per capire se il sistema è danneggiato è porre un sensore su una pastiglia frenante a contatto con il disco del freno. In questo caso, se il disco risulta usurato, una spia sul cruscotto si accenderà.

Un altro metodo più meccanico è quello di sistemare una lamina sulla pastiglia che, non appena arriva al contatto con il disco del freno, emette un sibilo. In questo ultimo caso, significa che la pastiglia frenante è quasi finita.

Naturalmente, viaggiare con le pastiglie usurate non è assolutamente consigliato, in quanto si rischia di danneggiare permanentemente i dischi del freno e, ovviamente, si frena molto meno del normale.

In tutto questo controllo del sistema frenante, è opportuno non dimenticarsi di controllare l'olio. È bene sapere che il livello troppo basso dell'olio indica che c'è stata una perdita recente o le pastiglie sono parecchio consumate. È raccomandato sostituire l'olio dell'impianto frenante ogni due anni.

A questo punto non vi resta che controllare un ultimo dettaglio: gli ammortizzatori e le gomme. Durante la frenata, non lavorano solamente i freni ma anche le gomme e soprattutto gli ammortizzatori. È possibile accorgersi di un eventuale malfunzionamento a causa di frenate troppo lunghe o frenate a scatti. Anche una gomma che scivola potrebbe indicare che c'è qualcosa che non va.

Nonostante i freni sono al punto di essere completamente usurati, è bene sapere che i freni a tamburo resistono maggiormente nelle ruote posteriori di auto piuttosto veterane rispetto a quelle nuove di zecca che rimangono sul low cost.

Rivolgersi ad un professionista per aggiustare freni

A prescindere da tutte queste problematiche, è sempre bene rivolgersi ad un professionista per aggiustare freni, soprattutto se il problema è particolarmente insistente.

Questo perché, per quanto si possa fare autonomamente per riparare il freno dell’auto, un professionista di settore saprà sempre capire il problema alla radice, risolvendo il misfatto senza troppi intoppi.

Si può senz’altro pensare di porre rimedio ad un problema che, apparentemente, sembra risolvibile senza l’ausilio di una persona esterna.

Tuttavia, pur avendo qualche conoscenza in ambito meccanico, può essere che ci sia bisogno di rivolgersi ad una persona più competente che sistemi tutto nel migliore dei modi.

Solo così è possibile non avere eventuali problemi in seguito per quanto concerne i freni della propria auto. Nessuno meglio di una persona con esperienza saprà aggiustare i freni della macchina e renderli efficienti e come nuovi.