Cosa fa il Comune

Un comune viene definito dalla Costituzione italiana come un ente autonomo che possiede un proprio statuto. In breve, si può definire un comune come quell’ente locale che rappresenta la comunità della città stessa e dei paesi limitrofi inclusi nel comune stesso, curando lo sviluppo e gli interessi delle frazioni appartenenti.

comune cosa fa

Il Comune ha autonomia statuaria, organizzativa, normativa e amministrativa, oltre che possedere una autonomia finanziaria. In linea di massima, il Comune ha l'incarico di occuparsi di funzioni legate all’amministrazione delle comunità che sono incluse nel comune stesso.

Tuttavia, un Comune non si occupa solo ed esclusivamente di operare all’interno dei paesi del comune, ma si incarica di svolgere funzioni di competenza statale (ad esempio, l’istituzione di servizi elettorali, di servizi legati all’anagrafe, etc.).

Ad ogni modo, la funzione primaria di un comune riguarda l’inserimento di servizi per la comunità e per lo sviluppo economico di queste ultime. In questo modo, un Comune è capace di operare con lo stato e, a sua volta, di concentrarsi maggiormente sull’operato locale e soddisfare gran parte delle richieste dei cittadini limitrofi appartenenti ai paesi all'interno del Comune.

Gli organi del Comune

Un Comune possiede quattro organi principali, ovvero il consiglio comunale, il sindaco, il segretario comunale e la giunta comunale. Sarà il corpo elettorale ad eleggere il sindaco ed il consiglio comunale che andrà ad operare.

Da notare che il sistema elettorale di un comune varia in base alle dimensioni del comune stesso. Se un comune possiede un numero di abitanti che scende sotto le 15 000 unità, ci sarà un certo numero di membri del consiglio (solitamente non supera i 10-15 membri), se le sorpassa si può arrivare fino ad un massimo di 60 membri.

Il consiglio comunale viene rinnovato ogni 5 anni e le funzioni esecutive sono a carico della giunta comunale. Quest’ultima è composta dal sindaco e dagli assessori (che a sua volta vengono nominati dal sindaco). Gli assessori vengono regolati da uno statuto che possiede limiti fissati dalla legge nazionale.

L’elezione del sindaco in Comune

Come viene eletto il sindaco all’interno di un Comune? Sostanzialmente, un sindaco viene eletto grazie all’ausilio del suffragio universale. Il sindaco che verrà eletto avrà un incarico di 5 anni e risulterà come un organo individuale che andrà a rivestire il ruolo sia di capo dell’amministrazione comunale che di ufficiale di governo.

Quali sono i compiti di un sindaco Comunale? Un sindaco all’interno di un Comune si occupa di svolgere funzioni di rappresentanza, occuparsi della funzionalità dei servizi e degli uffici comunali e sovraintendere all’esecuzione di atti.

Un sindaco possiede anche competenze specifiche per quanto concerne servizi dedicati a persone singole e alla comunità, sia per quanto riguarda lo sviluppo economico che per quanto concerne l’uso del territorio.

Le principali competenze che un sindaco deve avere riguardano l’igiene pubblica, lo stato civile e l’ordine pubblico. Oltretutto, nel caso che un comune non abbia un servizio di polizia, il sindaco sarà responsabile della sicurezza locale a tutti gli effetti.

Decentramento Comunale

Per fare in modo che ci sia una certa partecipazione all’amministrazione di un comune, anche se molto grande, opera in tutti i comuni italiani un’operazione di circoscrizione di decentramento. Il testo Unico degli Enti Locali dichiara infatti che i comuni con più di 100.000 abitanti necessitano di suddividere il loro territorio in circoscrizioni.

Questo permette anche ai comuni grandi di rendere partecipi organismi di partecipazione, gestire i servizi e consultarsi in ogni parte del comunein maniera efficace. Per quanto concerne i comuni che hanno tra i 30.000 e i 100.000 abitanti non viene stabilito nessun obbligo di questo genere, ma viene comunque consigliato di istituire circoscrizioni nel caso sia possibile farlo.

È opportuno notare che tutta l’organizzazione e la funzione di una circoscrizione viene disciplinata in uno statuto comunale e in un regolamento ben specifico, essendo a tutti gli effetti parte del comune stesso. Sostanzialmente, possiamo definire le circoscrizioni come rappresentanti di tutti i paesi ed eventuali quartieri dei paesi stessi come enti comunali a tutti gli effetti, rappresentando le esigenze della popolazione in ambito comunale.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo