Cosa vedere a Belgrado

Belgrado è una città dell’est Europa dal carattere unico. La cultura ortodossa ed i paesaggi esclusivi caratterizzano la capitale della Serbia da molti secoli e tutt’oggi è una tra le città più visitate d’Europa.

Belgrado

Ma cosa vedere a Belgrado? Quali sono le migliori attrazioni da visitare nella città? Vediamo di seguito dove non si può non passare a fare una visita se si visita la capitale serba.

Visitare Belgrado: cosa vedere

Una tra le prime cose da vedere a Belgrado è il parco Kalemegdan e la sua splendida fortezza. Tale fortezza negli anni è stata distrutta dalle invasioni e ricostruita più volte, fino a quando a fine ‘800 è stata trasformata in un parco.

All’interno della fortezza si trovano resti di bastioni e mura di epoca bizantina, austriaca e ottomana. Da non perdere sono la statua del vincitore e la fontana di Mehmet Pascià.

Se si vuol passeggiare all’aperto, un luogo bellissimo è il quartiere di Ulica Skadarlija. Qui ci sono luci, locali e musica dal vivo. Tutto quanto è contornato da uno stile romanico con fiori che pendono dai balconi e strade ciottolose.

Skadarlija da semplice quartiere di passaggio è diventanto, nel corso degli anni, un ritrovo di artisti e letterati. Numerosi sono i musei e gli eventi culturali che hanno luogo in questa zona.

Arrivando verso il centro di Belgrado si può notare il Tempio di San Sava. Questa è la chiesa ortodossa più grande del mondo, ma dietro di sé ha una storia devastante. Nel ‘500, l’arcivescovo ortodosso venne bruciato insieme al monastero che risiedeva nella zona, per poi portare il corpo di San Sava e bruciarlo in un rogo.

Successivamente a questo evento, Belgrado si liberò dei turchi e riuscì a ricostruire un grande tempio. I lavori cominciarono durante la seconda guerra mondiale e più volte la zona venne bombardata. Per questo motivo i lavori ripartirono nel 1984 e tutt’oggi non sono ancora terminati.

Ciò che stupisce del Tempio di San Sava non è solo la perseveranza con cui non hanno mai cessato di lavorarci per ricostruirla, ma soprattutto il dorato dei mosaici e degli affreschi presenti al suo interno. Tutto quanto è condito da un’illuminazione mozzafiato che riesalta tali componimenti artistici.

La città di Belgrado è bagnata dal fiume Sava e navigandolo si può raggiungere una piccola isola chiamata Ada Ciganlija che, in realtà, è diventata una penisola perché collegata da tre dighe.

Qui ci si può divertire e rilassarsi, oltre che fare diverse attività sportive. Molti raggiungono questa zona per fare sport come bungee jumping o giocare a golf. Intensa è anche l’attività serale in questa isola/penisola, considerando che è colma di ristoranti, pub e chioschi di vario tipo.

Cosa mangiare a Belgrado

Dopo aver visitato in lungo e largo la città, sicuramente si avrà bisogno di rifocillarsi! Ma cosa si mangia a Belgrado? È bene sapere che l’influenza culinaria della città è data da una cultura derivante dall’impero Ottomano e Austro-ungarico.

La čorba è senz’altro il piatto più famoso di tutti, un po’ come lo sono le lasagne o la pizza in Italia. È una sorta di minestra di carne che solitamente viene utilizzata come antipasto. Questa ricetta è anche a base di pesce e in alcuni casi viene mangiata come primo o secondo.

Altro piatto molto frequente è la becka šnicla, una cotoletta immersa nell’uovo e fritta senza impanatura. Spesso viene accompagnata da piatti di pesce di vario tipo, dalla trota grigliata alla carpa affumicata.

Per quanto riguarda il bere, rinomato è il vino Kafana, sicuramente presente in ogni osteria della città. Gran parte dei vini serbi sono rossi ed hanno un carattere piuttosto forte.

Considerando il carattere culinario prevalentemente orientato verso la carne, un vino “potente” non può che aiutare la digestione!

Ci sono naturalmente anche alternative vegetariane, anche se non riguarda specificamente qualche carattere tipico della cultura della Serbia.