Guida base a Web Design, User Experience e User Interface

Quando si parla di creazione siti internet, è facile imbattersi in queste espressioni. Si tratta di parole che riguardano concetti ben distinti, tuttavia in molti articoli divulgativi vengono usati impropriamente, spesso addirittura come sinonimi l'uno dell'altro, generando confusione nel momento in cui i profani del settore si approcciano ad un confronto con un addetto ai lavori, magari perché vogliono farsi realizzare un sito internet. Vediamo allora di fare chiarezza sul significato esatto delle espressioni:

web design

  • Web Design
  • User Experience (chiamata per comodità anche UX)
  • User Interface (chiamata per comodità anche UI)

ricorrendo dove possibile a dei parallelismi che aiutino a comprendere le differenze tra i 3 concetti.

Web Design

Se chiediamo ai non addetti ai lavori di giudicare un sito internet, quasi tutti loro parleranno della vividezza o dell'armonia dei colori, del carattere usato per i titoli o per il corpo del testo, delle immagini accattivanti, etc, esprimendo una valutazione basata sul proprio gusto. Se proviamo a considerare il sito internet come un prodotto, ad esempio un libro, possiamo quindi paragonare questa valutazione di primo livello come quella che si fa si una copertina di un manoscritto, nel momento stesso in cui esso ci appare lì sull'espositore. Ecco, continuando con lo stesso paragone possiamo dire - semplificando molto le cose - che tutto il lavoro grafico, creativo ed estetico che ruota attorno alla composizione della copertina del libro, intesa come immagine che nel suo insieme deve catturare l'attenzione di chi la osserva, è relativo al concetto di Web Design di un sito internet. In parole povere, chi vuole un sito bello deve parlare con un web designer, un professionista della creatività, che lavora con programmi di pc grafica come ad esempio Adobe Photoshop e Illustrator, ma non solo, deve anche possedere una buona conoscenza dei linguaggi HTML e CSS perché deve "montare" la pagina che ha costruito in locale sul suo pc sul sito internet.

User Experience (UX)

Un sito bello (e magari anche originale) è sicuramente un vanto e può rappresentare una marcia in più per il business che vogliamo realizzare, ma il voto sull'estetica del progetto web è solo un primo passo, dopo il quale la domanda più importante diventa "Ma funziona?". Già, perché un sito non è fatto per essere guardato, ma per essere usato. Anzi, "usato bene". Il sito serve all'utente per trovare quello che cerca (un'informazione, un prodotto) e al cliente per fargliela ottenere (spesso dietro compenso) nel modo più semplice e veloce possibile. Per usare le parole di J. J. Garret, famoso User Experience Designer americano:

C'è una UX positiva quando gli obiettivi sia degli utenti, sia delle organizzazioni, si incontrano.

Nel caso del sito internet, quindi, la User Experience riguarda elementi come la velocità di caricamento delle pagine, l'organizzazione della struttura del sito e la disposizione dei collegamenti interni affinché l'utente raggiunga quello che cerca nel minor numero di click e quantità di tempo possibile, etc. Tornando all'esempio del libro, con le inevitabili forzature del caso, potremmo dire che la UX si pone dubbi (e mira a risolvere gli eventuali problemi) legati a domande come: "Le pagine si sfogliano bene? La grammatura della carta insieme al numero delle pagine, rende il tomo troppo pesante da maneggiare? I capitoli sono stati impaginati correttamente o ne è stato saltato qualcuno che poi è stato aggiunto alla fine?". Ad occuparsi degli aspetti legati alla UX non è più il web designer, bensì lo sviluppatore web, o developer, che lavora con software di programmazione e usa conoscenze interdisciplinari (design, marketing e persino sociologia) allo scopo di migliorare l'esperienza dell'utente.

User Interface

La UI è una disciplina che appartiene alla sfera della UX (ecco perché spesso questi termini vengono usati erroneamente come sinonimi), ma riguarda specificatamente gli aspetti grafici dell'interfaccia del sito internet che influiscono sull'interazione dell'utente. Facciamo un esempio concreto. Immaginiamo una call to action inserita su un bottone di colore grigio chiaro che, da una pagina informativa, ha lo scopo di portare l'utente su una pagina dove può effettuare un preventivo. Immaginiamo ora che il testo che precede e che segue il bottone della call to action sia di colore grigio scuro (come spesso accade) e che al suo interno contenga anche diverse parole evidenziate in rosso acceso e grassetto, tra cui anche dei link cliccabili. A livello estetico potrebbe piacere al web designer e al cliente, a livello di user experience generica il percorso previsto per l'utente (pagina 1 - click su bottone - pagina 2) potrebbe essere il più efficiente possibile, eppure l'esperto di UI potrebbe non dare la sua approvazione, suggerendo di apportare delle modifiche. In questo modo infatti l'attenzione dell'utente che legge il testo verrebbe catturata maggiormente dal colore rosso acceso delle parole evidenziate all'interno del testo e non dal bottone grigio chiaro. Così, distratto da una user interface poco chiara ed efficace, l'utente potrebbe perfino cliccare su uno dei link nel testo e finire su un'altra pagina, iniziando un percorso di navigazione diverso rispetto a quello che era stato costruito apposta per lui (il rischio finale è che l'utente non ritrovi la pagina che gli interessava, o che abbandoni il sito perché magari il suo tempo a disposizione in quel momento è esaurito). Come abbiamo visto, Web Design, User Experience e User Interface sono cose ben distinte ed ognuna con la propria specificità, senza la quale si rischia di minare l'efficacia di un progetto online e la sostenibilità del business che vi poggia sopra. Adesso non avete più scuse per confondervi tra questi tre concetti, ma ne avete molte per condividere questa piccola guida con tutti i vostri amici a cui potrebbe interessare!

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo