I benefici di una dieta vegana

Sempre più spesso si sente parlare di diete vegane, ma quali sono i veri benefici di una dieta vegana? Innanzitutto, è bene sapere che escludere le proteine di origine animale non fa bene alla salute, ma sostituirli ad una dieta varia con alimenti di stagione, integrali e poco lavorati può essere d’aiuto.

benefici dieta vegana pesto

Senz’altro, la vitamina B12 e la vitamina D necessitano di essere integrate all’interno di una dieta vegana, anche se spesso non presenti in cibi vegetali. In linea di massima, la dieta vegana predilige il consumo di alimenti vegetali ed esclude gli alimenti con proteine animali.

Questo permette di mangiare costantemente alimenti ricchi di sostanze antiossidanti, sali minerali e vitamine. Dal punto di vista prettamente salutare, si possono evitare il progredire di malattie cardiovascolari, diabete e tumori, considerando che l’abolizione di grassi saturi e colesterolo quasi azzera le possibilità di ammalarsi in tal modo (come spesso suggeriscono dietologi e nutrizionisti).

Inoltre, adottando una corretta dieta vegana si può favorire il proprio dimagrimento. Vegani e vegetariani, insieme ad uno stile di vita attivo e corretto, riescono a dimagrire più in fretta rispetto a chi mangia carne e assume grassi saturi.

Recuperare le energie con una dieta vegana

Adottando una dieta vegana favorisce il recupero di energie, semplicemente perché eliminando latte e derivati si diminuisce il rischio di osteoporosi, si migliora la digestione e si aiuta l’attività cardiaca. Di conseguenza, tutto avviene più in fretta e in maniera fluente.

Ma cosa si può mangiare se si adotta una dieta vegana? Anche se il luogo comune sulla dieta vegana è il fatto di poter mangiare solo insalata o pasta, ci sono moltissimi cibi che si possono consumare e rimanere sazi allo stesso modo di una dieta a base di cibi animali.

Tra i tanti cibi consumabili rientrano frutta e verdura di stagione, legumi, cereali integrali, alghe, semi oleosi e tanto altro. Ciò che è fondamentale è alternare i cibi in chicco. Ad esempio, può essere d’aiuto optare un giorno per il riso, un altro per il grano saraceno, un altro per la pasta, etc.

Si può fare allo stesso modo con i legumi e i semi oleosi, alternando di giorno in giorno tra piselli, fagioli, lenticchie, ceci, zucca, semi di girasole, etc. Da notare che si può integrare l’omega 3 semplicemente con le alghe (in quanto non è presente solo nel pesce, come spesso si pensa).

Giusto per fare un esempio, una colazione vegana può essere costituita da te o caffè, bevande di origine vegetale, yogurt di soia e cereali integrali. Per quanto riguarda pranzo e cena, si può rispettivamente mangiare un riso con le verdure e panini vegetali. Si può poi concludere con un po’ di frutta, semplice o secca.

Gli errori di una dieta vegana

Nonostante si eliminino i grassi saturi, si diminuisca il colesterolo e si migliori l’attività cardiaca, ci sono alcuni errori comuni che si commettono durante una dieta vegana. Uno tra i prinicipali errori commessi è l’eccessivo consumo di pasta e pane “raffinati” come paste integrali, ad esempio.

Un altro errore comune è quello di consumare troppo spesso alimenti lavorati e confezionati. Seppur vegani, qualunque alimento lavorato e confezionato non integra tutte le sostanze che dovrebbe se non fosse stato lavorato.

Inoltre, sostituire i formaggi e la carne con i corrispettivi a base di soia non è sempre una scelta azzeccata. È importante sapere cosa bisogna effettivamente mangiare per sostituire la carne, altrimenti si rischia di incappare in carenze alimentari.

Per questo motivo, rivolgersi ad un dietologo o ad uno specialista che è perfettamente competente e capace di dare istruzioni su una dieta vegana è senz’altro consigliato. Per quanto salutare sia, è fondamentale fare gli step giusti, altrimenti potrebbe risultare una dieta controproducente e che causa scompensi.

Oggi la cultura veg è sempre più in espansione. Adottare una dieta vegetale può portare numerosi benefici. Ad ogni modo, non è così semplice come sembra ed un nutrizionista o un dietologo sono gli esperti di cui si ha bisogno se si vuol effettivamente migliorare la propria salute con una dieta vegana.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo