Il musicista professionista: cosa fa

Come molte altre professioni, il musicista è un libero professionista a tutti gli effetti. Tuttavia, non sempre viene riconosciuto come tale o perlomeno non gli viene sempre attribuito un valore professionale.

musicista professionista

A volte un locale o un ristorante cerca semplicemente qualche chitarra acustica ed un cantante improvvisato (spesso per spendere meno, considerando che un professista ha i suoi costi e le sue tariffe), ma nei casi in cui si ricercano musicisti competenti, una chitarra e una voce improvvisata non bastano.

Ma cosa è un musicista professionista nello specifico? È colui che ha un background culturale, teorico e pratico relativo alla musica e alle sue applicazioni, oltre che un approccio serio ad una disciplina artistica e profonda qual è la musica.

È comunque opportuno distinguere che ci sono varie sfaccettature della professione musicale. Ci sono professionisti che svolgono il compito d’esecutori d’orchestra, altri che si dedicano ad attività di tournee e concerti ed altri ancora che invece si concentrano prettamente sull’insegnamento dello strumento.

Ad ogni modo, ci sono tratti distintivi per quanto concerne i veri professionisti da musicisti per hobby, tratti che non riguardano solo ed esclusivamente una preparazione teorica o un conseguimenti di un diploma di conservatori, ma comportamenti razionali e, per l’appunto, professionali, che non tutti hanno.

Le qualità di un musicista professionista

Una delle tante qualità di un musicista professionista è il seguire le direzioni della band e degli altri professionisti che ti stanno attorno. Un musicista saprà non solo ascoltare i musicisti con cui suona ma anche rispettare i tecnici del suono e lo staff del locale.

L’organizzazione è un’altra qualità di un musicista che svolge il suo lavoro come professione. Caratteristiche come puntualità, organizzazione del calendario dei concerti da svolgere e portare la “backline” necessaria è un must per un musicista professionista.

Per non parlare della consapevolezza delle canzoni o dei pezzi da svolgere. Molti si porteranno spartiti, chart o quant’altro potranno leggere, altri avranno imparato alla perfezione i pezzi della scaletta che gli sono stati proposti.

Naturalmente, in alcuni generi musicali come il jazz in cui l’improvvisazione è frequente, un musicista professionista saprà improvvisare. Questo vuol dire che suonerà a caso sul momento? Niente affatto, l’improvvisazione richiede una preparazione di anni e anni di studio.

Un'altra buona qualità di un musicista professionista è la capacita di comunicare con gli altri o, perlomeno, risultare disponibile, onesto e disposto a comprendere le esigenze altrui. Un musicista può porre domande ai suoi collaboratori e chiarire eventuali dubbi, pur sempre rimanendo preparato e sempre sul pezzo.

Come accennato sopra, un bravo musicista riesce a suonare bene con la band, supportare tutti i musicisti con cui ha a che fare e suonare i brani con una buona esecuzione. Insomma, la prontezza e la preparazione insieme all’ascolto sono tre buone caratteristiche per capire se si ha a che fare con un professionista o meno.

La preparazione di un musicista professionista

Sarà perlopiù la preparazione a distinguere un professionista, ma anche la sua tendenza ad ascoltare i musicisti. Inoltre, essere disposto a rapportarsi con gli altri (non solo con i musicisti) è senz’altro un’arma a favore.

Come si può dedurre dalle descrizioni sopra, un musicista ha non solo un background teorico ed una buona preparazione, ma anche qualità umane che riescono a distinguere un professionista da colui che suona semplicemente per hobby.

È opportuno notare che un buon locale saprà scovare musicisti di qualità e professionisti del settore, non solo per quanto concerne la musica, ma anche per quanto riguarda la promozione dell’evento, la sua pubblicità, il noleggio o l'acquisto di un impianto luci, etc.

Molto spesso, il locali che ospitano concerti di media grandezza, dispongono di un tecnico del suono (chiamato anche “fonico”), un tecnico luci e soprattutto un addetto alla direzione artistica che sarà colui che andrà a selezionare le band, i cantanti ed i musicisti per riempire il calendario della stagione.

Tutte queste mansioni insieme dimostrano di come il campo musicale è pieno di professioni, anche se spesso non vengono riconosciute come tali. Fin quando risulta professionale, il lavoro che sta dietro alla musica è folto e pieno di persone competenti.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo