Comprare uno strumento musicale

Avvicinarsi alla musica è sempre un piacere, ma come potersi orientare per comprare uno strumento musicale? La musica è varia e gli strumenti in commercio sono tantissimi ed è per questo motivo che scegliere il proprio strumento non è sempre così semplice.

scegliere uno strumento musicale

A primo impatto, si può provare uno strumento “di stomaco”, senza pensarci troppo, cercando di capire se la nostra affinità con la chitarra, il violino o il pianoforte ad esempio è abbastanza forte da cominciare ad applicarsi e ad approfondire.

È bene sapere che, quando ci si approccia ad uno strumento, spesso si presentano due differenti sensazioni. Mentre in primo luogo si ha quasi l’impulso di prendere uno strumento d'immediato e suonarlo, senza dover necessariamente studiarlo o praticare quotidianamente, continuando a suonare e scegliendo di studiare uno strumento si può entrare nella fase “profonda”, in cui la propria relazione con lo strumento musicale diventa pressoché consolidata, meno emotiva ma comunque densa e autentica.

Detto questo, come scegliere lo strumento musicale che fa al caso proprio? Senz’altro provarne più di uno può dare una mano, ma anche seguire un consiglio di un esperto e, soprattutto, la propria passione, può essere di grande aiuto.

Scegliere uno strumento musicale da bambino

Quando un bambino si avvicina alla musica per la prima volta, una tra le prime cose da poter tenere in considerazione è quella di frequentare un corso propedeutico. Già nei primi anni di vita si può fare un corso propedeutico che può educare all’ascolto e al riconoscimento dei suoni.

Si possono trovare corsi propedeutici in scuole come il Conservatorio oppure con enti privati come ad esempio Yamaha o Lizard. Naturalmente, un buon insegnante saprà introdurre un bambino verso un corso propedeutico adatto al suo caso.

Come funzionano i corsi propedeutici? Durante tali corsi i bambini solitamente hanno la possibilità di provare praticamente tutti gli strumenti a disposizione, così da capire autonomamente (e con l’assistenza dell’insegnante) qual è lo strumento prediletto.

Da non sottovalutare durante la propedeutica sono le caratteristiche fisiche del bambino. Non per niente, strumenti come il violoncello o l’oboe spesso venivano consigliati a persone con mani grandi e, generalmente, gli strumenti a fiato erano spesso suonati da coloro che avevano labbra grandi.

Oggi la musica si è evoluta notevolmente anche in quanto a strumentazione e spesso si possono trovare diversi compromessi per garantire un certo strumento anche a chi non è fisicamente predisposto. Ad esempio, oggi esistono batterie piccole per bambini, pur avendo una dimensione piuttosto grande nella loro forma originale.

Applicarsi allo studio di uno strumento musicale

Una volta scelto lo strumento, arriverà il momento di decidere cosa farne. È un hobby? O voglio farne una professione? Lo suono solo quando passo per il salotto altrimenti resta un complemento d’arredo? Il tutto dipende dalle esigenze e soprattutto dalla volontà del soggetto singolo.

È bene sfatare subito il mito dell’insegnante “miracoloso”: per studiare uno strumento c’è bisogno sia dell’insegnamento teorico e pratico che dell’applicazione dello studente. Anche se quest’ultimo potrà risultare talentuoso o meno, c’è sempre bisogno di applicarsi per raggiungere risultati.

Detto questo, leggere la musica ed imparare il solfeggio ritmico è un buon passo per capire come si muovono le note nella musica. In questo modo è più semplice acquisire competenze musicali più approfondite e capire come potersi orientare tra le note musicali.

Successivamente, potrà essere più semplice suonare una canzone e, soprattutto, comprenderla a fondo. Senza capire le suddivisioni ritmiche è molto difficile capire le strutture di una canzone e come questa si muove nel tempo ed è per questo che imparare a leggere la musica è fondamentale, soprattutto se si studia uno strumento.

Scegliere uno strumento musicale è una scelta da fare con passione, ma allo stesso tempo è anche importante capire cosa ne faremo. Qualunque lo scopo sia, uno strumento musicale è fonte di emozioni, gioia e passione, qualunque sia lo scopo. Si possono trovare luoghi nascosti all’interno di uno strumento musicale, sia suonando in modo superficiale che studiando ed approfondendo lo strumento stesso.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo