Istanbul Music Festival, un evento da non perdere

Solitamente, durante il mese di giugno, nella capitale turca ha luogo il famigerato Istanbul Festival, manifestazione dedicata alla musica classica.

istanbul

Nonostante i recenti periodi di pandemia sembra che qualcosa si stia sbloccando anche nella capitale turca, sperando sempre in buone nuove che portino eventi culturali in primo piano.

L'istanbul festival è uno tra i più importanti nell'ambito della musica classica, non solo per i suoi artisti ma anche per la cultura e le idee che ha diffuso e diffonde negli anni.

Il tema principale di questo festival sono i "cultural landscapes": paesaggi di tutto il mondo intesi ed reinterpretati musicalmente, all'interno di una sensibililizzazione e tolleranza verso la crescente multiculturalità odierna.

Considerato uno dei primi festival organizzati ad Istanbul, ha molti motivi per rientrare tra gli eventi di musica classica più rinomati al mondo.

Gli artisti del Istanbul Music Festival

Prendendo in considerazione proprio il tema dei paesaggi culturali, l’Istanbul Festival ha spesso trascinato l'audience verso una escursione dei paesaggi spagnoli, grazie alla incantevole pianista Angela Hewitt.

Considerata una delle pianiste di musica classica migliori del mondo, introdurrà l'audience in un ambiente ispanico interpretando alcuni brani di danze tradizionali spagnole.

La critica ha descritto Angela Hewitt una musicista che fa "ballare e cantare" il suo pianoforte. Sul suo sito web è possibile trovare alcune sue fantastiche interpretazioni di Bach.

Fazil Say è un altro artista acclamato dalla critica per le sue estrose interpretazioni di Mozart. Il pianista turco colpisce i cuori dell'audience portando un approccio genuino e positivo verso i suoi ascoltatori, senza passare attraverso nessun tipo di stereotipo.

Ogni amante della musica classica avrà l'opportunità di guardare dentro l'anima di Mozart attraverso le esecuzioni di Fazil Say. Vi consigliamo caldamente di dare un'occhiata alla sua magnifica interpretazione della Marcia Turca rintracciabile su youtube.

Un'altro ospite da non perdere che spesso si presenta al festival è la violinista Arabella Steinbacher. Accompagnata da un'orchestra attiva dal 1492 (ovvero l'ensemble svizzero Orchestra de Chambre de Lausanne), Arabella Steinbacher è spesso una delle grandi star del festival.

Il suo fantastico vibrato, accompagnato dalla sua impeccabile intonazione, fanno di Arabella una violinista unica. Su youtube, potete trovare le sue maestose interpretazioni di Tchaikovsky, Beethoven e Mozart.

Da non perdere sono anche i violoncellisti della Filarmonica di Berlino. L'ensemble dei dodici violoncellisti della Filarmonica di Berlino saranno una delle particolarità del Istanbul Festival, filarmonica che molto frequentemente prende parte a festival di musica classica internazionali.

Già esibitisi in città come Rotterdam, Lussemburgo e Londra, i "Glorious Twelve" (così vengono soprannominati dalla critica), uniscono beatitudine e melanconia presentando uno stile unico.

Ogni orchestra possiede i suoi bei gruppi di archi, ma questo piccolo ensemble risulta fra i migliori complessi indipendenti di violoncello.

Dopo aver tenuto spettacoli in grandi capitali come Amsterdam, Praga, Tokyo e San Francisco, Magdalena Kožená ha preso parte anche alle scorse edizioni del Istanbul Festival.

Mezzosoprano ceca con più di 20 registrazioni all'attivo, è considerata una diva della musica classica. La cantante lirica verrà accompagnata dal suo ensemble in un concerto che riporterà verso echi di musica barocca. Navigando in rete, potrete scovare alcune interpretazioni di Vivaldi.

Insomma, gli artisti da guardare nelle recenti edizioni del Istanbul Festival sono molti ma questi sono senz’altro tra i più rinomati. Anche se per un anno il festival ovviamente non ha avuto luogo, c’è sempre possibilità di riscattarsi e godersi nomi vecchi e nuovi della musica classica.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo