L'isola dei musei di Berlino

Un insieme unico di edifici sulla Spreeinsel (l'isola della Sprea), nel cuore di Berlino. Comprende cinque grandi musei berlinesi costruiti sotto i sovrani prussiani e un edificio per ricevimenti ed esposizioni, la James Simon Gallery, inaugurata nel 2019

L'Isola dei Musei e i suoi edifici

L'Isola dei Musei di Berlino è una grande opera d'arte: comprende cinque edifici museali famosi in tutto il mondo risalenti all'epoca dei sovrani prussiani, insieme alla moderna Galleria James Simon, formano un insieme entusiasmante che è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1999. Nel 1999, è stato anche adottato il piano generale dell'Isola dei Musei. Il fulcro di questo luogo è un collegamento sotterraneo, il Lungomare Archeologico, che verrà realizzato tra gli edifici del museo.

isola dei musei berlino

Dov'è Nefertiti?

L'Isola dei Musei ospita anche il busto di Nefertiti, famoso in tutto il mondo, che ha più di 3000 anni, potrai trovarla nella North Dome Hall del Neues Museum.

Storia dell'Isola dei Musei

L'Altes Museum (Museo Vecchio) si trova a Lustgarten, proprio di fronte alla Cattedrale di Berlino e al nuovo Humboldt Forum. Con la sua apertura nel 1830, collezioni e opere d'arte storicamente significative furono rese accessibili al grande pubblico per la prima volta a Berlino. L'idea di un museo aperto a tutti risale all'Illuminismo e ai suoi ideali educativi.

L'architetto più importante della Prussia, Karl Friedrich Schinkel, ha fornito i progetti. Nei successivi 100 anni, sul sito furono costruiti un totale di cinque musei. E alla fine degli anni '70 dell'Ottocento, l'Isola dei Musei di Berlino ricevette il nome attuale.

Nel 1855, secondo il progetto di Friedrich August Stüler, fu eretto un secondo imponente edificio museale: il Museo Reale Prussiano, l'attuale Neues Museum (Nuovo Museo). Nel 1876 aprì le sue porte, l'Alte Nationalgalerie (Antica Galleria Nazionale), con un'architettura che ricorda un tempio greco e che incorpora i progetti di Stüler. Ci volle fino all'inizio del 20 ° secolo per completare l'ensemble.

Nel 1904 fu aperto il neobarocco Kaiser Friedrich Museum sulla punta dell'Isola dei Musei, l'attuale Bode Museum. E nel 1930 fu aggiunto il Pergamon Museum come ultimo dei cinque grandi edifici museali.

I nazisti pianificarono una gigantesca conversione, che fortunatamente non poté essere attuata. Dopo la guerra, l'Isola dei Musei era un paesaggio di rovine, in particolare il Neues Museum fu quasi completamente distrutto. La ricostruzione iniziò durante il periodo della DDR, ma il Neues Museum rimase ancora in rovina.

Masterplan dell'Isola dei Musei

Nel 1999, 10 anni dopo la caduta del muro di Berlino, il Consiglio di fondazione decise di iniziare un progetto di restauro completo, intitolato Masterplan dell'Isola dei Musei. Ciò includeva la ricostruzione del Neues Museum e il restauro degli altri musei. Inoltre, i singoli edifici del museo, ciascuno rivolto in una direzione diversa, dovevano essere collegati per formare un unico grande insieme.

L'architetto britannico David Chipperfield accettò l'incarico di progettare la James Simon Gallery. Il suo studio David Chipperfield Architects aveva già curato la ricostruzione del Neues Museum. James Simon (1851-1932), cittadino ebreo a Berlino e appassionato collezionista d'arte, ricevette per la prima volta un riconoscimento speciale: è stato il più importante mecenate dell'Isola dei Musei, che ha fornito vaste collezioni ai musei di Berlino. Il suo più famoso trasferimento di proprietà all'Isola dei Musei è sotto la cupola settentrionale del Neues Museum: il busto di Nefertiti.

Il Lungomare Archeologico collegherà quattro dei cinque musei ed esporrà importanti oggetti delle collezioni d'arte.

Come raggiungerla

L'Isola dei Musei è facilmente raggiungibile con tutti i mezzi di trasporto pubblico a Berlino. Puoi prendere la metropolitana utilizzando le linee U5, U6 o S-Bahn S1, S2, S25, S5, S7 o S75. La fermata della S-Bahn di Hackescher Markt è a soli 15 minuti a piedi dall'isola. I tram M1 e M12 fermano nella vicina Kupfergraben, a meno di 5 minuti a piedi. La fermata dell'autobus Lustgarten si trova a 600 metri dal Pergamonmuseum ed è raggiungibile con gli autobus 100 e 200.

Con un pass per i musei puoi visitare gratuitamente altri 30 musei di Berlino. Nota: L'ingresso per bambini e ragazzi fino a 18 anni è generalmente gratuito.