La lavatrice perde acqua: cosa fare?

Riparare autonomamente una lavatrice non è una operazione semplice ma delle volte siamo chiamati quantomeno a tentarci, dato che si tratta di un elettrodomestico fondamentale del quale non possiamo fare a meno.

Quando la lavatrice si guasta infatti, abbiamo necessità di tentare di individuare e riparare subito il guasto senza poter chiaramente attendere altro tempo considerando che comunque i capi vanno lavati e poi stesi in tempo utile.

Uno dei problemi che maggiormente si verifica con le lavatrici è una perdita d'acqua che parte da sotto il dispositivo e si diffonde in tutto il pavimento. Delle volte può trattarsi di un qualcosa che è possibile risolvere autonomamente in pochi minuti, in altri casi è invece necessario l’intervento di un tecnico. Vediamo insieme quali possono essere i casi risolvibili più facilmente.

Riparare una lavatrice che perde acqua: da dove iniziare

La prima cosa da fare chiaramente è quella di prendere la cassetta degli attrezzi e cercare di ragionare sulla zona nella cui potrebbe essersi verificato il guasto: i problemi solitamente si presentano nel filtro, nello sportello e nel tubo di scarico, ad esempio, ma non solo.

Se il problema è appunto una perdita è importante andare a scollegare la lavatrice dall'alimentazione e chiudere il rubinetto dell'acqua. A quel punto è necessario aprire il pannello posto sul retro della lavatrice e verificare alcune cose, come da indicazioni che seguono.

Tubi e manicotti

La prima cosa di cui accertarsi è che il tubo in cui avviene il passaggio dell'acqua vada effettivamente all'elettrovalvola. La seconda cosa da verificare è che il tubo di scarico vada correttamente dalla pompa dell'acqua fino allo scarico a muro.

Bisogna in seguito verificare che il manicotto che collega la vasca con il filtro ed il filtro con la pompa sia in buono stato e che non vi siano spaccature. Se il problema non è qui, rimane da controllare che la guarnizione dell'oblò non sia usurata e che il filtro non sia intasato.

La guarnizione dell'oblò

Nel caso in cui il problema sia proprio nella guarnizione dell'oblò, magari troppo usurata, è necessario rimuoverla tirandola verso l'esterno. A questo punto bisogna andare a pulire tutta la superficie sotto la quale la guarnizione si trova, con dell'apposita carta vetro. Fatto questo sarà possibile andare da applicare la nuova guarnizione alloggiandola all'interno della sua sede e facendo attenzione che aderisca perfettamente in tutti gli spazi.

A causare la perdita d'acqua potrebbe anche essere il filtro. Questo potrebbe essersi allentato o semplicemente intasato perché abbiamo dimenticato qualche oggetto in tasca, anche una semplice forcina per capelli che è fuoriuscita dal pantalone durante il lavaggio e ha bloccato il filtro. Per verificare ciò è sufficiente aprire il filtro e tirarlo fuori e constatare che non sia allentato ma soprattutto che non vi siano degli elementi esterni al suo interno. È necessario a questo punto pulirlo con acqua corrente per eliminare ogni residuo.

Il motore e la pompa

Nel caso in cui invece il guasto riguardi il motore o la pompa, tentare una riparazione autonoma è più difficile e diventa conveniente rivolgersi ad un centro di assistenza elettrodomestici Torino, in quanto si tratta di operazioni più complesse che è bene lasciar fare ad un tecnico esperto.

Può verificarsi infatti che il motore non si metta regolarmente in azione o che questo si avvii ma che il cestello rimanga fermo. È possibile anche che la lavatrice non riesca momentaneamente a scaricare l'acqua e sia necessario individuarne il motivo. Sia la sostituzione che la riparazione del motore non è un'operazione consigliata a chi non ha grande esperienza in materia ed è bene per questo rivolgersi a qualcuno che abbia le giuste competenze.