Lavoro e formazione: fare tirocinio

Nel mondo del lavoro odierno si sente parlare spesso di tirocinio in azienda o della possibilità di fare tirocinio per un’attività importante, per poi entrare a lavorare sotto un contratto determinato o indeterminato.

fare tirocinio

Dal punto di vista del lavoro e formazione, un tirocinio può essere inteso come una vera e propria esperienza lavorativa che permette di garantire un background di competenze che permetterà poi al lavoratore in questione di inserirsi all’interno del suo settore.

I tirocini sono realizzati in base a precise normative dallo stato italiano e, a tutti gli effetti, vengono progettati per permettere a soggetti con nessuna esperienza di acquisire le capacità necessarie per svolgere il susseguente lavoro dell’attività in questione.

Essenzialmente, i tirocini possono essere formativi o di reinserimento. I tirocini formativi possono essere attivati almeno prima di un anno dal conseguimento di un titolo di studio (diploma, laurea, dottorato, etc.), mentre i tirocini di inserimento mirano a decretare un periodo di tirocinio di tot mesi per poi inserire la persona all’interno del team aziendale.

Come fare un tirocinio

Come fare un tirocinio? E soprattutto, chi può fare un tirocinio? Nella sostanza, possono eseguire tirocini studenti laureati o neolaureati, persone disoccupate, cittadini stranieri e soggetti che sono portatori di handicap.

Un tirocinio standard dura dai 3 ai 6 mesi e si può estendere fino ad un massimo di 2 anni. Da notare che un tirocinio non può durare meno di 1 mese e, in caso di malattia o maternità, il tirocinante in questione può anche decidere di prendersi una pausa o addirittura interrompere il tirocinio.

Per richiedere un’attività di tirocinio basta anche semplicemente contattare l’azienda in questione e chiedere se c’è la possibilità di svolgere, per un tot di mesi, un’attività lavorativa con contratto di tirocinio. Naturalmente, si dovrà possedere titoli di studio e competenze minime per accedere a determinati tirocini.

Ad esempio, se si ha studiato informatica e si vuol fare un tirocinio in un negozio di computer, sarà opportuno conoscere un minimo linguaggio informatico e possedere un titolo di studio correlato come ad esempio un diploma ITIS o una laurea in informatica umanistica.

Tuttavia, in alcuni casi si possono effettuare tirocini anche durante gli studi scolastici. Infatti, alcuni corsi di laurea prevedono un tirocinio formativo per alcuni mesi o per un semestre presso aziende ed enti che collaborano con l’università stessa.

Perché fare un tirocinio

Perché è importante fare un tirocinio? Può essere molto utile per cominciare a conoscere il mondo del lavoro del settore per cui si vuole operare. È anche un periodo fondamentale per acquisire l’esperienza necessaria per poi maturare una certa professionalità e competenza.

Durante un tirocinio, l’ideale è aver voglia d’imparare e rendersi umili e disposti a farsi spiegare il lavoro e tutto ciò che è necessario per svolgerlo. Dimostrare un certo interesse è senz’altro utile non solo per sé stessi ma anche per l’azienda che noterà una certa attenzione ai dettagli.

Come accennato, un buon motivo per fare un tirocinio è quello di imparare a conoscere ciò che gira negli ambienti aziendali e lavorativi in generale. Per questo motivo imparare dagli altri in questo periodo lavorativo è senz’altro produttivo.

Si potrà capire subito dai primi mesi di tirocinio che, essendo appena arrivati, non si risulterà esattamente consolidati con il team aziendale. Per questo motivo, tendere a socializzare e ad avere un atteggiamento umile nei confronti dei dipendenti e dei capi aziendali può essere un buon modo per farsi apprezzare ed integrarsi nell’azienda.

Inoltre, fare un tirocinio significa entrare in un luogo in cui si respira l’aria lavorativa del settore per cui si è studiato. Si potrà infatti notare se la professione fa per noi o meno, se ci piace quello che stiamo facendo e se le persone che ci circondano fanno per noi.

Questi elementi e queste consapevolezze non fanno che aumentare l’autostima personale, quasi conseguentemente all’esperienza che si andrà ad acquisire. Fare tirocinio è senz’altro indispensabile per capire tutti questi processi e farsi un’idea più chiara sul mondo del lavoro.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo