Perché scegliere una macchina presetting

Tutti hanno affrontato periodi duri durante i recenti periodi di lockdown. Quindi perché scegliere una macchina presetting? Ne vale la pena? Si, se si riesce a far fruttare gli investimenti fatti nel modo giusto. Ok, ma come poterlo fare.

Mandrino per preset

Il modo migliore per sfruttare una macchina presetting è automatizzarla il più possibile. Così facendo, non solo si può riuscire a produrre più del dovuto, ma si riesce anche a migliorare la qualità dei prodotti finali, anche in poco tempo.

Qui è importante la preregistrazione e misura di tutti gli utensili fuori macchina. Questo è uno step fondamentale per far funzionare le cose come si deve e sfruttare a pieno le potenzialità di una macchina presetting. Così facendo si potranno ridurre drasticamente i tempi di settaggio macchina, cosa che spesso risulta ostica e non affatto semplice.

La concorrenza è sempre in crescita e stare sul passo è sempre più difficile. Quindi come rimanere sul pezzo e stare sempre al top? Una buona idea è quella di ridurre i costi di produzione. Ma come fare nella fattispecie? Vediamo di seguito come poter sfruttare i preset fuori macchina e risparmiare sulla produzione.

Utilizzare un preset nella propria officina meccanica

Con un preset fuori macchina si ha la possibilità di controllare il tutto molto facilmente, soprattutto per quanto riguarda i parametri del controllo numerico (come l’altezza, il diametro o il numero dell’offset). Che significa?

Per fare un esempio pratico, pensate di dover preregistrare gli utensili direttamente sulla macchina. Solitamente ci vuole circa 1 minuto per fare tutto quanto. Di media, un costo orario sfiora i 90 € e, di conseguenza, si spenderà circa 1,50 € ad utensile misurato. Vi basterà poi calcolare quanti utensili cambiate ogni giorno e quante macchine usate durante la linea di produzione.

Inoltre, con una macchina presetting si ha la possibilità di controllare i valori in X e Z degli utensili, il tutto fuori macchina. Da notare che una buona macchina di presetting riesce a garantire una precisione spaccata e, oltretutto, è facilmente utilizzabile da chiunque (previa la lettura di alcune istruzioni!).

I software sono molto semplici da usare, i mandrini sono intercambiabili e spesso è presente un sistema di visione sviluppato per la misurazione. In sintesi, con una macchina presetting si potrà migliorare la produttività all’interno della propria officina meccanica in breve tempo.

Ecco perché investire in una macchina presetting può dare una grossa mano. Minimizzare gli errori umani, aumentare la capacità produttiva e misurare gli utensili come non lo avete mai fatto: queste sono le vere potenzialità di un preset all’interno di un’officina.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo