Spotify o Apple Music, quale scegliere?

La diatriba tra Apple e Windows è sempre bella calda. Quando si parla di musica, si possono accostare i due colossi rispettivamente a Apple Music e Spotify. Ma quale scegliere, Spotify o Apple Music?

Spotify apple music

Senza dubbio, sono due ottime piattaforme e le differenze sono tuttavia minimali. Un utente “Mac” probabilmente preferirà Apple Music (soprattutto per tutto ciò che concerne le sincronizzazioni con iTunes), mentre un utente Windows prediligerà un’app come Spotify.

Tuttavia, non è sempre il caso. Spesso ci sono audiofili o esperti di settore che scelgono una piattaforma o l’altra per motivi d'ascolto qualitativo e, in alcune situazioni, viene prediletto uno streaming qualitativo di una piattaforma piuttosto che un abbonamento economico di un'altra.

Da notare che, ad ogni modo, non si può esattamente definire una piattaforma migliore dell’altra, in quanto le esigenze singole degli ascoltatori cambiano in modo parecchio soggettivo. Per questo motivo qui abbiamo cercato di elencare i motivi per cui scegliere Apple Music oppure scegliere Spotify.

Perché scegliere Apple Music

Innanzitutto, è bene precisare che in linea di massima la spesa è equivalente sia per Spotify che per Apple Music. Il costo di Apple Music è di 9,99 € al mese, proprio come Spotify, solamente che si ha a disposizione 3 mesi di prova gratuita, mentre Spotify può risultare sempre gratuito ma con la pubblicità.

Il vero pregio di Apple Music è il fatto di poter scaricare offline fino a 100.000 brani. Questi potranno poi venire sincronizzati nella propria libreria musicale, ovvero iCloud di Apple. Il tutto è molto semplice e fin quando si ha un ID Apple memorizzare i brani preferiti anche offline è un gioco da ragazzi. Lo è anche con Spotify, ma questo permette solamente di scaricarne fino a 10.000.

La qualità audio è praticamente la stessa tra Apple Music e Spotify e, a meno che non si voglia mettere il dito nella piaga, si ascolta bene da entrambe le piattaforme. Per gli audiofili, Spotify permette di cambiare la qualità dello streaming ma Apple mantiente comunque un'ottima qualità.

Apple Music è inoltre leggermente più vasta rispetto a Spotify per quanto concerne i cataloghi dei brani. Infatti, ne contiene più di 50 milioni, mentre Spotify rimane sui 35 milioni. Non che la quantità sia più importante della qualità, ma Apple Music è sicuramente più folta.

Perché scegliere Spotify

Quindi perché scegliere Spotify se c’è una piattaforma così potente e precisa come Apple Music? Nella sostanza, con Spotify si ha una maggiore versatilità sotto diversi punti di vista. Si può innanzitutto utilizzarlo gratis quando lo si desidera (con la pubblicità, ovviamente) e, inoltre, si può cambiare la qualità dello streaming.

Tuttavia, ciò su cui sta puntando Spotify per la maggiore sono i Podcast. Gli investimenti dell’azienda sui Podcast stanno avendo la meglio su molti altri big del settore e se si è amanti di trasmissioni radio in differita Spotify è la piattaforma giusta.

Inoltre, se si vuole ascoltare Spotify sul web (e sia da Android che da iOS), si può raggiungere gli web player in ogni contesto, sia da desktop che da mobile. Apple Music non ha la stessa versatilità in questo senso, anche se ha un suo webplayer specifico chiamato Musish.

Infine, possiamo sicuramente dare un punto a favore all’algoritmo di Spotify quando si parla di nuova musica: molti sostengono che sia più efficace di Apple Music in quanto a consigli d’ascolto e creazione di nuove playlist.

Scegliere altre piattaforme

Naturalmente, Spotify e Apple Music non sono le uniche app disponibili per ascoltare musica. Deezer (piattaforma musicale attualmente solo in inglese) e Tidal (piattaforma lanciata dal rapper Jay-Z) sono senz’altro ottimi competitor che offrono altre funzionalità d’ascolto non da meno.

Ovviamente, i cataloghi saranno minori e l’affluenza di utenti anche, ma se si vuol sperimentare nuovi orizzonti e saperne di più, si possono provare tali piattaforme facilmente ed in maniera totalmente gratuita, sempre se non si vuol procedere ad un abbonamento.

Infatti, allo stesso modo di Spotify, sia Deezer che Tidal possono essere ascoltate gratuitamente con la pubblicità ed hanno i loro programmi Premium che costano la stessa cifra di Spotify e Apple Music.

 

Hai un'attività commerciale?

Inseriscila oggi su www.worldweb.it gratis.

Aggiungi la tua attività

Vuoi proporre un articolo?

Contattaci e inviaci il tuo Guest Post o Redazionale.

Proponici un articolo